Lunedì 4 Febbraio 2019, 18:39

Rifiutò la chemio, i giudici: «Scienza ineludibile, Eleonora andava curata»

PER APPROFONDIRE: chemioterapia, eleonora bottaro, padova
Eleonora Bottaro

di Marco Aldighieri

PADOVA - “Il nostro ordinamento si basa sulla scienza”. È con questa motivazione che i giudici della Corte d’Appello, hanno mandato a processo i coniugi Lino Bottaro e Rita Benini accusati di omicidio colposo dalla previsione dell’evento per non avere sottoposto la figlia Eleonora all’epoca di 17 anni e malata di leucemia alla chemioterapia. Decisione dei giudici lagunari già impugnata in Corte di Cassazione dall’avvocato Raffaella Giacomin in difesa dei Bottaro, ma respinta dalla suprema Corte che ha confermato la sbarra per i genitori di Bagnoli di Sopra che dovranno comparire davanti al giudice del Tribunale monocratico giovedì prossimo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rifiutò la chemio, i giudici: «Scienza ineludibile, Eleonora andava curata»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2019-02-06 15:26:50
La «non scelta terapeutica» di Eleonora sarebbe stata viziata fin dal principio: le informazioni ricevute dall’inizio della malattia, fino alla fine dei suoi giorni, risultavano filtrate dai genitori che avevano un obbligo di tutela nei suoi confronti della figlia durante la minore eta'. E, invece, quelle informazioni “contaminate” si erano tradotte, in lei, nell’illusione e nel falso convincimento di vivere una condizione di salute piu' tranquillizzante rispetto alla realta'. In pratica i genitori l'hanno ingannata.
2019-02-06 17:22:51
Ha conoscenza diretta e personale della faccenda? SEMPRE i genitori filtrano edulcorandole informazioni "sensibili" destinate ai figli. E pensi che si arriva a farlo anche ad adulti e anziani.... Ad un caro amico di famiglia "over" tutti negarono sempre la realtà delle cose. Morì convinto di avere la polmonite. E che lo stessero curando per quella. E che sarebbe guarito. I familiari erano assolutamente certi che si sarebbe suicidato (aveva una pistola) se solo avesse saputo di cosa era ammalato...
2019-02-11 21:27:26
Come si vede quando uno interviene solo perché ha un accesso alla tastiera: io avevo semplicemente copiato e incollato le parole del giudice che ha preso tale decisione. E si può ragionevolmente immaginare che il giudice fosse informato dei fatti. Ma secondo i complottisti dell'antiscienza come Takumar "gli altri" non sanno e non capiscono nulla...
2019-02-05 21:35:14
Va condannato il "medico" che la seguiva. Non può pagare penalmente il chirurgo che fa un errore involontario, imponderabile, di fronte magari ad un'emergenza imprevista e questo ciarlatano farla franca.
2019-02-05 15:01:19
hiper il dubbio serve alla ricerca scientifica per migliorare cio' che si e' scoperto ma,se neghi anche cio' che si e' scoperto allora quella e' inquisizione.