Elio e Maria, insieme dalle elementari, poi quelle nozze "clandestine" ancora minorenni... /Foto

Elio Gaggiato e Maria Barcariolo

di Monica Andolfatto

VENEZIA - «Ero giovane ma lavoravo da un po' e così il pranzo di nozze lo abbiamo fatto in un bel ristorante a Venezia, da Bacchetta vicino al Teatro della Fenice. Ho potuto permettermelo anche perché - sorride guardando complice la moglie - eravamo solo in quattro: noi due e i nostri testimoni». E lei? No, nessun abito bianco, nessuna foto del matrimonio: «Ci siamo sposati alle sei del mattino. Col buio. Perché ero incinta e le nozze non potevano essere celebrate alla luce del giorno. In chiesa a San Liberale di Marcon c'erano mia mamma, mia sorella, papà era morto durante la guerra, e i miei suoceri».



Correva l'anno 1948, il 15 aprile: giusto settant'anni fa. Allora probabilmente nessuno avrebbe scommesso su quella coppia non ancora maggiorenne secondo le regole dell'epoca: Elio Gaggiato, 19 anni, e Maria Barcariolo, 18. Oggi entrambi alla soglia dei novant'anni festeggiano le nozze di ferro: sono sempre stati insieme, lo sono ancora, a Villa Castalda di Gorgo al Monticano nella Marca, suggestiva dimora di metà Settecento, sede dell'omonima cantina. Tre figli, Fervido 70 anni, Maurizio 60 e Manlio 56. Tutti hanno lavorato nelle aziende vinicole di famiglia, seguendo la passione per il vino tramandata di generazione in generazione dal nonno paterno. Ne è passato di tempo da quando Elio e Maria si sono conosciuti alle elementari di Gaggio: lei arrivava da Barbona, nella bassa padovana, il padre a Marcon era castaldo nelle campagne dei nobili Calzavara. L'Italia era in pieno conflitto bellico, le strade bianche solcate dalle ruote dei carri trainati dai cavalli, la paura delle bombe...


 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 15 Aprile 2018, 10:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Elio e Maria, insieme dalle elementari, poi quelle nozze "clandestine" ancora minorenni... /Foto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti