Il pm Nalin: «Diffamazioni surreali che hanno rovinato la vita a me e famiglia»

Il pm Nalin: «Diffamazioni surreali che hanno rovinato la vita a me e famiglia»
ROVIGO -  Gli articoli sui supereroi? «Libera speculazione letteraria». Il pedinamento delle studentesse a Bari? «Non so come potessi farlo, dato che mi trovavo a letto per una gravissima patologia». Il sostituto procuratore Davide Nalin, sospeso dall'incarico e dallo stipendio dopo l'inchiesta sulle presunte molestie ai danni di aspiranti magistrato che lo avrebbero coinvolto insieme all'amico Bellomo, definisce in una lettera aperta «diffamatorie e surreali» le accuse contro di lui.

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 5 Gennaio 2018, 11:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il pm Nalin: «Diffamazioni surreali che hanno rovinato la vita a me e famiglia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-01-11 10:52:36
LA LEGGE. Quel testo con la copertina verde che sembra un vocabolario, in realtà rappresenta tutti i numeri della legge italiana che non funziona. La Legge serve solo a spremere gli italiani e ingrassare giudici e avvocati, favorendo i criminali a commettere reati continui in maniera di avere sempre su cui spremere su italiani che hanno reddito e beni. Chi è senza peccato scagli la prima pietra.
2018-01-07 09:35:59
...magistrati,medici e preti sono come la moglie di cesare....al di sopra di ogni sospetto...!...inoltre provino sulla loro pelle i gossip che subiscono i comuni mortali......grazie alle loro esternazioni e protagonismo....!
2018-01-06 15:01:42
Risvolti mediatici? E quelli che create voi prima che la giustizia faccia il suo corso e che date in pasto ai quotidiani quelli cosa sono regali della befana?Non fare agli altri quello che non vuoi sia fatto a te.Adesso almeno uno di voi capirà cosa vuol dire la gogna mediatica e spero che gli serva nel futuro professionale se riuscirà a venirne fuori.
2018-01-05 15:13:21
Egregio Dr. Nalin, oggi ho letto su tutte le testate locali la sua lettera aperta, dalla quale traspare tutta la sua comprensibile amarezza, per i risvolti mediatici derivanti dal caso "Bellomo", che la vede coinvolto. Premesso che non tutti gli imputati hanno la possibilità di farlo, vuoi per l'incapacità, ma soprattutto per ragioni di opportunità, che potrebbero risultare di nocumento per il "normale"indagato. Mi ha particolarmente impressionato l'episodio che lei racconta, quando una sera a cena, unitamente ai suoi cari genitori, ha appreso da un telegiornale che..... anche la sua testa era caduta !!! Per un'attimo il mio pensiero è andato agli anni 90, quando in piena tangentoli la gente faceva la fila all'edicola,di primo mattino, per leggere i nomi di quelli presi nella retata notturna. Io, modesto funzionario pubblico, subii, come lei, la gogna mediatica, per aver redatto un verbale che di fatto destituiva una cooperativa fasulla da finanziamenti pubblici.Sapesse Dr. Nalin, quante volte, dopo la piena assoluzione, ho varcato l'androne del tribunale rodigino, fino al terzo piano, dove c'era l'allora PM che mi accusava sulla scorta di deposizioni unilaterali e artefatte !!! Ho avuto la fortuna di incontrare, casualmente per i corridoi, il mio Avvocato difensore, Dr. G. Cerasoli (ex Magistrato) che intuendo le mie intenzioni mi indusse a desistere.Oggi, vivendo a Rovigo, piccolo paese di campagna, mi capita di incontrarlo per strada ma, oltre che a un compresibile fastidio, non provo odio per colui che le assicuro mi ha rovinato la vita per qualche anno !!! Mi auguro che, come il suo diretto superiore ,Dr. Ruberto, che si è giustamente speso per lei possa dimostrare la sua estraneità ai gravissimi fatti contestati.
2018-01-05 11:59:16
Perseguitato dalla giustizia che perseguiva?