Lasciava il cane senza cibo, maxi multa da 15mila euro per il cacciatore

PER APPROFONDIRE: cacciatore, cane, multa, senza cibo, veggiano
Lasciava il cane senza cibo, maxi multa da 15mila euro per il cacciatore
VEGGIANO - (L.L.) Da sempre, si racconta, che il cane è un animale sacro per il cacciatore. Vivono in simbiosi e hanno un rapporto che va oltre ogni forma di convivenza tra il cane e il suo padrone. Purtroppo, non è sempre così. Alcuni cacciatori sono finiti alla sbarra e sono stati condannati per maltrattamenti del proprio cane da caccia. L'ultima sentenza è piovuta addosso a un cacciatore di Veggiano, condannato dai giudici del Tribunale di Padova a 15 mila euro di multa per aver maltrattato il suo cane da caccia.
Il cacciatore è Ilario Bocchese, settantenne, trascinato in un'aula di giustizia dai volontari della Lega Anti Caccia, che avevano salvato il cane, un Pointer bianco e nero, che è stato operato d'urgenza, salvato e poi adottato.
Nel capo di imputazione si legge che Ilario Bocchese era «proprietario di un cane Pointer maschio di colore bianco e nero. Lo maltrattava senza necessità poiché lo custodiva nella corte della casa di via Bosco Mardigliana di Veggiano all'aperto in cuccia fatiscente, legato con corda cortissima, attorniato da escrementi, urina e fango, magrissimo, denutrito e disidratato che per fame aveva ingerito materiale pericoloso, quali corda, spago elastico, frattaglie varie, tanto da dover essere operato d'urgenza il 24 febbraio 2013». I volontari della Lega Anti Caccia si sono costituiti parte civile contro il cacciatore di Veggiano con l'avvocato Aldo Benato.
Purtroppo non si tratta di un caso isolato. Di recente è stato segnalato che un cane attraversava continuamente un tratto di strada provinciale nel comune di Colognola, in provincia di Verona. Gli agenti della polizia municipale l'hanno seguito nel tentativo di catturarlo e metterlo in salvo. Ad un certo punto il cane è sparito in un campo. I vigili lo hanno cercato a piedi, seguendo i suoi guaiti. Purtroppo, lo hanno trovato mentre veniva maltrattato e percosso con un bastone da un cacciatore della zona, che è risultato essere il proprietario del cane da caccia. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 9 Giugno 2017, 05:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lasciava il cane senza cibo, maxi multa da 15mila euro per il cacciatore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2017-06-10 13:03:06
... che il cacciatore sia brutto sporco e cattivo per antonomasia è comprensivo. che sia pure un soggetto magari poco sensibile, anche... ma addirittura così stupido da maltrattare la sua " macchina " bellica è davvero incomprensibile. a meno che non sia un autolesionista un po ( tanto ) ambientalista in quanto è palese che un cane malconcio li farà " cacciare " meno animali di uno in " forma ".. certo che i misteri della vita sono davvero tanti...
2017-06-10 12:50:56
Comunque, spero che la multa non resti sulla carta! e quanto all'altro episodio, al cacciatore in questione andrebbe ritirata la licenza di caccia, i cacciatori stessi dovrebbero far pulizia nelle loro fila espellendo questi individui che gettano discredito su una categoria già sotto tiro.
2017-06-10 10:25:53
Ricordo comunque i referendum contro la caccia a cui la maggioranza degli italiani non ha voluto partecipare, preferendo il mare alla civiltà. Se fossero andati al voto questi episodi non ci sarebbero più.
2017-06-09 20:48:57
I casi di maltrattamento di cani da parte dei loro padroni cacciatori sono - purtroppo - tutt'altro che rari; si è arrivati in alcuni casi perfino alla soppressione di animali ritenuti non più adatti alla caccia... Non ci si deve quindi stupire se i cacciatori in genere godano di così scarsa reputazione.
2017-06-09 19:46:05
... pur non essendo grande esperto oso presumere che solo un cane ben curato, sano ed amato possa essere d'utilità sul campo.. ma... non è un cane che collabori per far fuori altri suoi simili abbia un qualche problema d'identità...