Don Contin: «Mi sento distrutto, ma
voglio spiegare la mia versione»

PER APPROFONDIRE: canonica, don contin, hard, padova
Don Contin: «Mi sento distrutto, ma  voglio dare ai pm la mia versione»

di Marco Aldighieri

PADOVA  - «Sono un uomo distrutto». Don Andrea Contin, il parroco della chiesa di San Lazzaro a Padova accusato di favoreggiamento della prostituzione e violenza privata, si è confidato con il suo legale. Lo scandalo a luci rosse che lo ha travolto, lo ha devastato psicologicamente sia come prete e sia come uomo. Rientrato da una casa di villeggiatura in Istria, dove si era rifugiato il 21 dicembre dopo il blitz dei carabinieri nella sua canonica, in questi giorni ha incontrato il suo avvocato per pianificare una linea difensiva. 

«Voglio essere lasciato in pace, desidero rimanere solo», ha confidato all'avv. Michele Godina da una località del Veneto. Ha chiesto di essere interrogato per fornire la sua versione dei fatti. Secondo il parroco a contattare le donne per prostituirsi era la sua ex amante di 49 anni, la stessa che lo ha denunciato. Ma è pur vero che i carabinieri in una stanza della canonica hanno trovato, oltre a decine di giochi erotici e dvd porno, un'agenda compromettente. E che  cercano i clienti che avrebbero pagato il sacerdote per le "sue" donne passando al setaccio i conti correnti del don. Il religioso, durante una gita di 2 giorni a Roma in compagnia di una donna, avrebbe speso oltre duemila euro.  Ma i guai per il prete sembrano non finire qui. 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 8 Gennaio 2017, 08:24






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Don Contin: «Mi sento distrutto, ma
voglio spiegare la mia versione»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 31 commenti presenti
2017-01-08 08:32:57
Ancoraaa? Basta!
2017-01-08 09:14:48
non ho mai letto di tutte queste morbosità su un giornale per un qualsiasi altro magnaccio che a decine agiscono ogni giorno con delle povere ragazze sulle nostre strade. e quelle si che sono maltrattate e torturate, altro che questa che lo ha denunciato quasi certamente bper una ripicca personale perchè mi pare che in questo caso erano tutti adulti, vaccinati e consenzienti. ed in ambito privato. e mi pare che anche i carabinieri ci stiano esagerando con le indagini. per un anziano truffato dal solito manigoldo in trasferta mi pare non si diano tutta quella pena.
2017-01-08 10:05:18
Gazzettino basta x favore! Siete ossessionati
2017-01-08 10:16:48
coppp Dalle mie parti uno come Lei, viene chiamato "Bigotto"
2017-01-08 10:38:54
caro coop:chiaro che il don attira un'esposizione mediatica superiore ad ogni altro povero cristo. ma questo lo sapeva anche lui mentre percorreva questa strada lastricata di santità.