Ucciso dall'esplosione della granata: l'ha presa a mazzate

Ucciso dall'esplosione della granata: l'ha presa a mazzate

di Olivia Bonetti

FONZASO - Forse stava usando la mazza per disinnescare una granata: è così che sarebbe morto Fiorenzo Pasa, il 57enne di Rasai. L'uomo è stato trovato ormai senza vita dalla figlia, nel tardo pomeriggio di mercoledì, nella casa paterna di via Calderal a Fonzaso. È questa la prima ricostruzione dell'incidente, dagli elementi raccolti dai carabinieri della Compagnia di Feltre che stanno indagando. A terra, vicino alle mani del recuperante morto, è infatti stata trovata una mazza che è stata posta sotto sequestro. Uno scenario che non è certo improbabile. Sono molteplici i racconti di recuperanti parlano di appassionati che proprio per recuperare il ferro battono proprio con delle mazze: questa volta però, tragicamente, ha vinto la granata. 

Il sostituto procuratore di turno ha aperto un fascicolo, sulla morte dell'uomo e ha sequestrato l'abitazione su cui sono state disposte altre indagini. Nessun iscritto nel registro degli indagati, ma si vuole accertare che non ci fosse nessun altro con Pasa. Anche se questo è il quadro più probabile, visto che se ci fosse stato qualche altro non sarebbe sopravvissuto. Anche eventuali ipotesi di reato (che, ad esempio, scattarono carico di Pasa, dopo il precedente incidente del 2012) cadono con la morte dell'uomo. L'unica verifica da fare quindi è se c'era un complice che possa averlo aiutato nella raccolta e detenzione degli ordigni. Ma anche questo appare poco probabile visto che in quella casa il 57enne stava da solo...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 6 Ottobre 2017, 11:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ucciso dall'esplosione della granata: l'ha presa a mazzate
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2017-10-06 23:39:49
Che stesse usando la mazza per colpire la granata è una supposizione. Nessuno ha visto la scena.
2017-10-06 15:38:12
E il secondo caso in poco tempo, l'altro ci ha rimesso le gambe e non si conosce se ne verrà fuori. Ma lo vogliono capire che quelle cosa anche se vecchie ed arrugginite erano state costruite per eplodere ed uccidere? Non sono pezzi di ferro inerti, il 99% delle bombe ancora inesplose sono ancora ordigni pronti per esplodere, anche alla minima pressione o spostamento, proprio perché quando gettate da un aereo o dalla mano di un soldato sono state attivate e per un caso fortuito non sono esplose. Ma quel caso non deve essere preso sottogamba, la spoletta generalmente al mercurio della catena incendi a non si ossida né viene mente la sua capacità di reagire alle sollecitazioni. Se le incontrate nei campi e nei boschi allontanatevi, non fate avvicinare nessuno e chiamate ile Forze dell'ordine. Quanto si può guadagnare da un centinaio di chili di ferro arrugginito ... una vita?
2017-10-06 14:57:21
Ma certi..non hanno mai letto un giornale o visto un tg in vita loro...e quindi non si sono allarmati per precedenti notizie di analoghi incidenti.
2017-10-06 14:04:32
Oltre che a battere con la mazza, c'è stato uno che trovata una bomba, la ha usata come incudine- saltata la casa per aria. Poi un altro che trovata una bomba, ha provata a disennescarla usando la fiamma ossidrica per aprirla. esploso tutto. Nessun recuperante, che si dica recuperante, arriverebbe a far questo. Almeno uno, "piu accorto", trovata una bomba a mano in motagna, la ha portato in ufficio in Questura,- fuggi, fuggi generale.
2017-10-06 12:32:26
ricordo anch'io come roberto d i muri delle elementari tapezzati di quei poster e sembra brutto da dire e di certo mi attirerò l'ira di molti ma la prima cosa che mi è venuta in mente come si usa in veneto "MONA"....in ogni caso condoglianze alla famigia