Lunedì 10 Dicembre 2018, 10:51

Caso Corazzin, «Hanno ucciso Rossella, ora devono essere processati»

Caso Corazzin, «Hanno ucciso Rossella, ora devono essere processati»

di Olivia Bonetti

PIEVE DI CADORE - «Omicidio aggravato dalla ipotesi delle premeditazione e dell'aver adoperato sevizie e agito con crudeltà». È questa l'imputazione coatta che la difesa di Giuseppina Trevisan, 84enne di Tai di Cadore, chiede per il processo ai 7 indagati per la morte di Rossella Corazzin. La 17enne di San Vito al Tagliamento (Pordenone) scomparve il 21 agosto 1975 a Tai, dove si trovava in vacanza proprio nella casa di zia Peppina. Uscì per fare delle fotografie e non fece più ritorno.  Nel 2015 Angelo Izzo, il mostro del Circeo che sta scontando l'ergastolo in carcere a Velletri, raccontò la sua verità su Rossella all'allora procuratore di Belluno, Francesco Saverio Pavone. La
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Caso Corazzin, «Hanno ucciso Rossella, ora devono essere processati»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-12-10 12:31:46
Certo che vanno processati,questi reati non vanno in prescrizione!!