Martedì 21 Agosto 2018, 08:19

Muore in strada a 22 anni di overdose:
quei sogni svaniti tra i binari

PER APPROFONDIRE: massimiliano vazzana, mel, morto, overdose, padova
Via della Pace a Padova dove è stato trovato il copo

di Gabriele Pipia Olivia Bonetti

Era accovacciato su se stesso, a pochi passi dalla strada e dai binari ferroviari, in un punto dove poteva facilmente essere notato dai passanti. Massimiliano Vazzana, ventiduenne bellunese, probabilmente era senza vita da qualche ora o addirittura dalla notte. Si tratta di sospetta overdose: il suo corpo, senza segni di violenze, è stato rinvenuto ieri mattina alle 12 lungo via della Pace in un'area utilizzata dalle ferrovie, proprio di fronte al Tribunale di Padova. Vicino al corpo del ragazzo c'erano una sostanza...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Muore in strada a 22 anni di overdose:
quei sogni svaniti tra i binari
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-08-22 10:02:14
Se essistesse un anello di Re Salomone, che consenta di capire tutti gli spacciatori o di vedere nelle case di appaprenti onesti cittadini ed ospiti quanti traffici, confezionamenti , trucchi e smercio... E' come l'Idra di Lerna..se ne acchiappi uno ne spuntano altri due che sostituiscono...
2018-08-21 20:12:40
Mah..vuotezza di valori..che tragedia sprecare una vita così giovane che pena ...mi spiace tanto x lui e la famiglia. Rip
2018-08-21 19:06:00
... fuscelli di un bosco malato.. ladro di futuro e di sogni.. ma c'è dell'altro e questo va cercato in se stessi.. la droga non è un obbligo, non t'insegue o segue. la cerchi... ed è stupefacente.. per un po..
2018-08-21 18:35:57
E' morto un ragazzo di 22 anni, aveva una vita davanti. Spero abbia raggiunto un po' di pace.
2018-08-21 15:47:00
Grazie alle nuove risorse renziane e boldriniane c'è un'offerta tale di droga che invogliano all'acquisto.Talvolta i pusher si accontentato anche di essere ripagati sessualmente vedi il caso di Vicenza o di spacciare per loro conto. Bisogna assolutamente inasprire i reati connessi agli stupefacenti e depenalizzare quelli non necessari visto l'overbooking delle nostre carceri e l'ingolfamento delle nostra giustizia penale.