Punti ristoro e assistenza, e anche un museo: ecco la nuova ciclabile Cortina-Dobbiaco

PER APPROFONDIRE: ciclabile, cortina, dobbiacco
Punti ristoro e assistenza, e anche un museo: ecco la nuova ciclabile Cortina-Dobbiaco
Nuova vita per la ciclabile che collega Cortina e Dobbiaco. La Provincia autonoma di Bolzano finanzierà infatti con mezzi del fondo Comuni confinanti il restyling del percorso, ovvero quello dell'ex ferrovia, prevedendo anche un sistema di innevamento artificiale per la pista da fondo d'inverno. Il tracciato è molto frequentato d'estate dai ciclisti e d'inverno dagli appassionati del fondo e ospita anche la storica granfondo Dobbiaco-Cortina. Lungo la ciclabile sorgeranno punti di ristoro, di assistenza e anche un museo dedicato alle Dolomiti e alla Grande Guerra.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 25 Settembre 2018, 13:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Punti ristoro e assistenza, e anche un museo: ecco la nuova ciclabile Cortina-Dobbiaco
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-09-26 08:47:01
paga bolzano, con soldi italiani
2018-09-26 08:13:09
bolzano è sempra avanti, si , con i soldi che non dà allo stato italiano per via della specialità ... le regioni autnome sono un evidente anacronismo e inoltre creano situazioni di privilegio non compatibili con le regole dell'iìunione europea. si tratta di veri e propri aiuti di stato. Poi, die soldi in più che hanno, li spendono bene e di questo gliene va dato merito. Io farei tutte e 20 regioni autonome.
2018-09-26 07:54:55
Ciclabile della Valsugana...da Caldonazzo a Bassano.( chiamiamola del Brenta).Esiste con analoghi servizi.Qualche problema di caduta pietre in alcuni tratti.Furgoni navetta per il ritorno in salita , assistenza meccanica chiamabile con telefonino, e chioschi in funzione.Certi la percorrono in pattini o skiroll. Pista ciclabile del Danubio: Costata 20 milioni di euro ( in Italia sarebbero forse lievitati a 50 con fondo meno liscio??), genera un indotto tra servizi vari e pernottamenti di 30 milioni annui di fatturato, fornisce lavoro a circa 30 mila persone.Qua stiam oa dibattere su quale nome dare al redditi di cittadinanza e formare figure inutili, se non ai formatori di corsi che in gran parte saranno inutili.Idea gratis: autisti di furgoni con carrello bici, riparatori di bici, artigiani fabbricanti chioschi e panchine e fornitori e preparatori di bibite, snack... Al Sud Itali accorrerebbero ciclisti pensionaiti dal Nord Europa, a svernare al calduccio evitando i Paesi Nordafricani che anni fa ci campavano alla grande, ora pericolo di raffiche e non ai copertoni.
2018-09-25 21:26:04
Chi impedirebbe, cosa, sig. Ivar? Le Regioni del 1970 possono essere abolite senza problemi. La situazione odierna è totalmente altra, il Paese è in Europa e questi "accordi internazionali ben specifici", non hanno alcuna ragione d'essere
2018-09-25 20:36:18
Bozen über alles, come sempre…...