La neve latita, batosta da cinque milioni: sulle piste solo costi

Cannoni all'opera sulle Dolomiti: grandi consumi di energia e acqua

di D.Tormen, M.Dibona, M.Mezzacasa

BELLUNO - Sci, quanto mi costi? Parecchio. Qualche milione di euro per l'esattezza. Lo sanno bene le ski aree dolomitiche, che nell'ultimo mese hanno combattuto spesso con il meteo. E hanno aspettato con gli occhi puntati al cielo una bella nevicata. Invano. Perché per innevare artificialmente le piste hanno dovuto sborsare cifre a sei zeri. «Per l'area di Dolomiti Super Ski abbiamo speso finora oltre 5 milioni di euro, lo scorso anno oltre 6 milioni -conferma Renzo Minella, che ricopre un ruolo di vertice nel gruppo Superski ed è anche presidente di Anef Veneto, l'associazione esercenti funiviari -. Andando avanti con queste condizioni ci avvicineremo ai 10 milioni di euro». 




 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 11 Gennaio 2017, 10:21






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La neve latita, batosta da cinque milioni: sulle piste solo costi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2017-01-12 14:53:36
Quindi lavorano in perdita? Non penso proprio
2017-01-11 18:21:45
Onestamente, il fare a meno di sciare non mi sembra un'emergenza sociale.
2017-01-11 17:39:14
classico sfogo SOCIAL CULTURALE degli ultimi lustri !! che bravo
2017-01-11 16:05:24
Tranquillo...e'sarcasmo.Pero'sono finiti i tempi in cui il bilancio delle societa' di impianti veniva riappianato con soldi pubblici, specie in regioni previlegiate.Sul web sono pure rintracciabili "impianti di risalita abbandonati" con tristi fotografie.La bidonata l'hanno presa gli acquirenti di appartementi in resort, attirati dallo slogan "piste sull'uscio di casa".Comnque non disperiamo: in Trentino un gruppo di giovani ingegneri ha brevettato una macchina che permette di ottenere neve anche a temperature leggermente sopra zero. Poi ..qualcosa bisogna pagare. aCortina due impianti in ona assolata e panoramica, chiudono per buco di bilancio.Vorra' dire che gli sciatori si concentreranno senza tante ronde scavalcavalli e regioni.Ricordo che agli esordi le piste per sci fondo erano gratuite( nel senso che la battitura piste era a carico di gruppi sportivi militari o aziende di soggiorno come...spese promozionali..ma si azionava il gatto battipista una volta a settimana ed anche piu'.Ora i perfettini si lamentano se non c'e'laribattitura serale giornaliera..neve permettendo. Comunque la risalita dei pendii a scaletta o spina di pesce...e'stato l'esordo.
2017-01-11 14:48:53
anger l' ironia che non fa ridere. Spero si tratti di sarcasmo