Reggiseno addio, "sotto il vestito niente" diventa tendenza

PER APPROFONDIRE: moda, reggiseno
Reggiseno addio, "sotto il vestito niente" diventa tendenza

di Costanza Ignazzi

Era il 1994 ed Eva Herzigova, la top del momento, ammiccava sui cartelloni fasciata da un push up e poco altro. Su col morale ironizzava, incurante dei rallentamenti al traffico e incidenti vari per i quali la pubblicità del Wonderbra, una delle più iconiche di tutti i tempi, all'epoca finì nel mirino. Sono passati oltre vent'anni e, a costo di essere categorici, si può affermare che il push up non va più di moda. Anzi, è il reggiseno in generale ad aver perso colpi, talmente tanti che l'ultima tendenza, soprattutto per le millennial, è farne del tutto a meno: sotto la maglia niente, come confermano i popolarissimi hashtag #braless e #nobra (oltre 70mila post ciascuno su Instagram).

LEGGI ANCHE Chiara Ferragni, gli haters criticano il suo seno ma lei li spiazza
 
 


IN RETE
Perchè la rivoluzione è partita, ovviamente, proprio dai social: in primis Instagram, che censurando il seno femminile provocò una delle campagne più virali degli ultimi anni: Free the Nipple. Insomma, al reggiseno nessuno pensa più, figuriamoci al push up. Una scelta che, non a caso, arriva ai tempi dei movimenti #MeToo e Times Up e ricorda subito chi, 50 anni fa, i reggiseni li bruciava in un bidone battezzato per l'occasione Freedom Trash Can (Cestino dei rifiuti della libertà). All'epoca un piccolo gruppo di donne scese in piazza ad Atlantic City contro il concorso di Miss America, colpevole di mercificare il corpo femminile. Nel 2018 invece la top Emily Ratajkowski ha scelto di manifestare contro il giudice Brett Kavanaugh, nominato alla Corte Suprema nonostante le accuse di molestie, indossando solo un micro top senza reggiseno. Emrata è finita oltre che in carcere nel mirino dei social, dove i commenti (negativi) si sono sprecati. Ma lei ha tirato dritto per la sua strada facendo sapere alla Rete di avere il diritto di indossare (o non indossare) tutto ciò che voleva per la rivoluzione: grido di libertà e rivendicazione femminista insieme.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Kendall Jenner Bares Nipples in Two See-Through Dresses at Cannes Film Festival Freeing the nipple. Kendall Jenner has taken the 2018 Cannes Film Festival by storm in some gorgeous braless see-through looks. The supermodel turned heads with two different dresses that exposed the top half of her figure. #kendalljenner #KendallJennerBaresNipplesinTwoSeeThroughDressesatCannesFilmFestival #KendallJennerbraless #KendallJennercannes #KendallJennercannesdress #KendallJennercannesfilmfestival #KendallJennerfreethenipple #KendallJennergownatcannes #kendalljennerinstagram #KendallJennernipple #KendallJennernipples #KendallJennernobra #kendalljennerpiercednipple #KendallJennerseethroughdress #KendallJennerseethroughdresses http://www.glamshamphotos.com/2018/05/kendall-jenner-bares-nipples-in-two-see-through-dresses-at-cannes-film-festival/

Un post condiviso da Sangita Patel (@sangita8371) in data:


D'altra parte, le attiviste del 68 non bruciarono solo reggiseni come vuole la leggenda, ma anche ciglia finte, tacchi a spillo e copie di Playboy. E come Emily, poi tornata alla vita di sempre (rigorosamente senza reggipetto) sono molte le modelle, attrici e cantanti che hanno scelto di dimenticare un accessorio giudicato ormai obsoleto. Scelta sexy o semplice comodità? Se presentarsi senza reggiseno a un evento mondano significa pioggia di flash e presenza sui rotocalchi assicurata, la maggior parte delle star sembra fare la stessa scelta anche nella vita di tutti i giorni. Prendiamo Kendall Jenner che, dopo essere stata paparazzata su e giù per Los Angeles con ogni tipo di maglietta indossata a pelle, si è presentata in versione nature anche all'ultimo Festival di Cannes con un abito firmato Elsa Schiaparelli: un'eterea nuvola di tulle bianca con audace trasparenza incorporata. Con lei la collega top Bella Hadid ha totalmente abbandonato ogni tipo di reggiseno e imperversa senza avvertirne alcun bisogno nelle più svariate occasioni sociali, dalla partita di basket alla festa con il fidanzato cantante.

STREET STYLE
Per le comuni mortali, il discorso non cambia: dopo anni a cercare di aumentare il decolleté di mezza taglia con l'aiuto dell'imbottitura, la tendenza torna al naturale. Anche a suon di slogan sulle t-shirt: come quelle del brand The No Bra Club o il modello con la scritta Burn your bra (brucia il reggiseno, appunto), che vanno a ruba su Etsy. Nemmeno i grandi couturier fanno più scendere il reggiseno in passerella: alle ultime sfilate di Jacquemus, Chloé o Alberta Ferretti era difficile intravederne uno.
E sul web si sprecano racconti e consigli: un video della 22enne londinese Savannah Brown intitolato Guida su come abbandonare il reggiseno, tanto per dirne una, ha raggiunto il milione di visualizzazioni su Youtube. «È una scelta divertente e che rende più sicure di se stesse ha spiegato la giovane autrice Diciamo che è una protesta silenziosa». Non a caso le vendite di push up e vari modelli imbottiti sono in calo verticale: tempi duri per il colosso Victoria's Secret, con i profitti dell'azienda madre L Brands Inc. in calo del 6,3% per l'anno in corso. I reggiseni non staranno più prendendo fuoco: ma polvere nei cassetti sì.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 26 Ottobre 2018, 10:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Reggiseno addio, "sotto il vestito niente" diventa tendenza
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER