Vaccini, è scontro tra ministri: meglio usare il buonsenso

Egregio direttore,
faccio fatica a capire la spaccatura dentro il governo sulla obbligatorietà per gli studenti di sottoporsi ad alcune vaccinazioni per iscriversi alle scuole elementari. A me sembra un principio quasi ovvio anche alla luce della modifiche della nostra società e all'arrivo in Italia di famiglie con ragazzi provenienti da altri Paesi con un diverso livello di tutele sanitarie rispetto a noi. Perchè mai la ministra dell'Istruzione Fedeli ha cercato di opporsi all'iniziativa della sua collega Lorenzin? Non capisco.


Luisa Franzin
Padova



Cara lettrice, la ministra Fedeli, con il piglio ideologico che la contraddistingue, è intervenuta a gamba tesa sull'iniziativa della sua collega Lorenzin, ministra della Sanità, sostenendo che Il diritto alla istruzione non è meno importante di quello alla salute. Sembra di capire che per la numero uno del sistema educativo italiano sarebbe illegittimo negare l'accesso alla scuola dell'obbligo a chi si rifiuta di vaccinarsi. Naturalmente che questa scelta possa comportare dei rischi per la salute dello studente che non accetta di vaccinarsi e per i suoi compagni non sembra essere un elemento così importante per la responsabile dell'Istruzione. A me pare che, in questo come in altri casi, un altro dovrebbe essere il principio da applicare. Quello che in latino recita così: Primum vivere, deinde philosophari, cioè prima si pensi a vivere, poi a fare della filosofia. Un atteggiamento pragmatico e di buon senso che forse la ministra Fedeli considera eccessivamente banale. Ma che se applicato più spesso ci eviterebbe tante, inutile discussioni. Come questa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 13 Maggio 2017, 15:35






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vaccini, è scontro tra ministri: meglio usare il buonsenso
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2017-05-14 14:56:01
Io continuo a non spiegarmi perchè hanno tolto l'obbligo in Veneto.Siamo stati cavie?? Bene,che lo stato risarcisca chi si è ammalato invece di urlare all'untore! Che lo stato risarcista quelle famiglie che hanno perso figli invece di dare la caccia alle streghe! Siamo stati cavie tutti! Il libero arbitrio non lo concedono per decidere se pagare il canone o meno ma lo hanno concesso in una situazione che potenzialmente poteva sfuggir di mano e uccidere! Ora si scannano le due inette su chi ha il ministero più rilevante,ma che si vergognino! Togliendo l obbligo in Veneto hanno esposto loro la popolazione a questo rischio. Quindi tutti i casi in Veneto vanno risarciti!
2017-05-14 15:57:26
Sei più noiosa di un discorso di Mattarella
2017-05-14 19:23:47
il troll di turno ha aperto un nuovo perfil;)) abrazos dal Golan;))
2017-05-15 11:55:00
mh mh...prima o poi si ritroverà da solo a scriversi e rispondersi.;-) abbraccio
2017-05-15 14:58:56
@ lo sta gia' facendo, l'avevo anche postato ma .......saluti ad entrambi .