Se la burocrazia disprezza il prosciutto di Montagnana

PER APPROFONDIRE: burocrazia, montagnana, prosciutto
Caro direttore,
che strano Paese il nostro! Bellezze architettoniche, cultura, storia, tradizioni, specialità enogastronomiche che mezzo mondo ci invidiano e non sappiamo fare marketing territoriale! La considerazione viene spontanea dopo aver letto della multa di 4000 euro notificata ad un esercente reo di aver usato il termine prosciutto dolce di Montagnana. Da sempre è stato conosciuto con questa denominazione, che tra l'altro valorizza una delle più belle città murate d'Italia. Montagnana, ricca di storia, di sbandieratori, con un meraviglioso palio ed un'altrettanta splendida festa del prosciutto.

Le ragioni che spingono a denominarlo Prosciutto Veneto Berico-Euganeo Dop posso immaginarle, ma non certo condividerle. Un prodotto alimentare nobile come questo non può essere rappresentato da un nome che evoca nell'immaginario un acquedotto, per altro di tutto rispetto il Berico Euganeo per l'appunto. Nomina sunt consequentia rerum, i nomi sono conseguenza delle cose dicevano i latini. È tutt'altra cosa ordinare due etti di Prosciutto dolce di Montagnana che due etti di Berico Euganeo Dop. Montagnana e il Prosciutto sono un connubio perfetto, una nobilita l'altro e viceversa. Tale prelibatezza non può nell'epoca dell' immagine e della comunicazione sottostare solo a logiche di convivenza consortile. Deve si rispondere alle caratteristiche: di stagionatura, lavorazione ecc... Ma deve pur avere una denominazione accattivante che sappia stimolare, emozioni e sapori come quella di Prosciutto dolce di Montagnana.


Flavio Manzolini
già assessore provinciale


Caro lettore,
noi italiani non sappiamo difendere i nostri prodotti alimentari dalle falsicazioni e dalla concorrenza scorretta di altri paesi, ma siamo maestri nel farci del male da soli e nel vessare i nostri produttori. La definizione prosciutto dolce di Montagnana è usata da sempre e definisce le caratteristiche uniche di un prodotto di assoluta eccellenza. Non sostituisce la denominazione di origine, semplicemente valorizza le particolari qualità di un prosciutto. 
Che senso ha quella multa? Nessuno. Serve solo a dimostrare che nella burocrazia amministrativa il buon senso è merce rara.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 6 Agosto 2017, 16:24






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Se la burocrazia disprezza il prosciutto di Montagnana
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-08-07 21:36:50
Vorrei sapere quando la politica fa le cose fatte bene e quando i politici impareranno come si parla e si scrie la nostra lingua,che spesso sento qualcuno che non conosce l'indirizzo della grammatica (non delle sorelle Emma e l'altra) e se poi parliamo di sintassi?
2017-08-07 17:36:32
... la burocrazia disprezza il prosciutto.. il prosciutto disprezzi la burocrazia.. come , superandola e non piangendosi addosso... tutti sanno che ciò tutto ciò che è in odio alla burontocrazia è cosa buona..
2017-08-07 16:47:43
A proposito di valorizzazione dei prodotti enogastronomici, sono anni che giro il mondo per diletto. Ebbene negli stores degli aeroporti di ogni parte del mondo nel reparto vini è facilissimo trovare vini francesi di tutti i tipi mentre, per esempio a Joohannesburg, nell'ultimo aeroporto che ho frequentato, vini italiani ce n'erano pochissimi e questi pochi erano di azienze che non avevo mai sentito nominare.
2017-08-07 16:15:03
e allora..il parma, il sauris, il sandaniele,elpatanegra.Pure quelli col logo di stagionatore semplice da dire....pubblicizzato
2017-08-07 15:32:54
Frutti del localismo esasperato e di pateracchi al ribasso. Avevamo la BancaVeneta, quella popolare di Vicenza...usavano i toponimi come "garanzia"di serieta'.