​Migranti, il governo deve parlare con una voce sola

PER APPROFONDIRE: migranti, profughi
Caro direttore,
sembra proprio che prendere una decisione e mantenerla nel tempo, in Italia sia chiedere troppo. Mi riferisco a quanto stabilito nei confronti delle Ong dal ministro Minniti, criticato poi dal ministro Delrio. Se non era d'accordo, aveva l' obbligo di tacere o di dare le dimissioni e non di mettere in difficoltà il collega che con fatica sta cercando di mettere ordine ad un problema che ci sta sommergendo. Lasciamo che sia la Chiesa a dire che bisogna accogliere tutti. Lo Stato ha il dovere di capire e di decidere. Bene ha fatto il Presidente Mattarella a confermare il suo appoggio al Governo e a Minniti.


Gino De Carli
Soranzen (BL)


Caro lettore, 
il ministro Minniti sul fronte dell'immigrazione sta cercando di far adottare al governo misure che da tempo avrebbero dovuto essere messe in campo e che colpevolmente non sono state mai prese. Quello dei rapporti con le Ong è solo uno dei fronti aperti anche se particolarmente delicato sul piano politico. Minniti si muove con determinazione e anche coraggio incontrando però dentro lo stesso consiglio dei ministri ostacoli e riserve. Questo accade per una duplice ragione: su un tema cruciale come l'immigrazione l'esecutivo Gentiloni è diviso e la linea del Pd, cioè del partito di maggioranza, è tutt'altro che chiara e univoca. E questo non fa che rendere difficile l'azione di Minniti. Sul caso Ong, per evitare conseguenze alla tenuta del governo, è intervenuto il presidente della Repubblica che ha sminato il conflitto con Delrio ma non si può sempre fare affidamento all'autorevole voce del Quirinale. Su un tema come questo il governo ha il dovere di avere una sola linea, chiara e sostenuta con la necessaria fermezza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Agosto 2017, 16:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
​Migranti, il governo deve parlare con una voce sola
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2017-08-12 14:36:28
Gentile Sig. el diablo... e Sig. Phoenix...invece di darvi io una risposta preferisco invitarvi a consultare due siti internet importanti dove troverete un'ampia e dettagliata spiegazione ai vostri commenti. Il primo sito è M5sParlamento ed il secondo è il Blog del Sig. Beppe Grillo.
2017-08-12 10:25:51
Lo stato italiano ha degli scopi ben precisi che NESSUNA autorita' centrale --piu' o meno rappresnetante del popolo italiano -- puo' ignorare. La sovranita'. e territorialita' sono SEMPRE esistite da che l'uomo e' sulla Terra. Ci sono DOVUNQUE dei muri e delle barriere...che ne dica il Vaticano (anche se rilascia pochi, anzi pochissimi, permessi di residenza nel PROPRIO territorio) o altri. Ugualmente gli scopi delle ONG sono diversi da quelli di uno Stato o Paese. Come sono diversi gli scopi di organizzazioni sovranazionali come la UE o le Nazioni Unite. Se l'Italia ha sottoscritto un accordo tra flessibilita' del debito pubblico e accoglienza DEVE essere reso pubblico: chissa' che altre condizioni ci sono. Rimane la necessita' di provvedere ai bisogni primari (cibo, bevande) di rifugiati e FERMARE gli scafisti e la schiavitu-traffico umano ora imperante... DOVE sono le autorita' dei paesi di origine della migrazione economica ..da cui tutti i migranti DIPENDONO (sono cittadini)? a coprarsi ARMI, potere, lusso, e SICUREZZA? e' sostenibile tutto questo processo? CHI ne beneficia? Solo gli strati "alti" di tutti i paesi. Sono stato recentemente in Austria, e sembra che li' vivano bene, anche se sono demograficamente pochi. Nella zona dove abita la mia vecchia madre nel Veneto, per giorni, non ho visto UN bianco (a parte me) ed ho osservato un degrado spaventoso. Come fanno a mantenersi tutte queste persone che sono fatte entrare in Italia?
2017-08-12 14:09:11
Con 2500 miliardi di debito (e sono finite in quali tasche?)l'Italia,strato alto escluso..., e' tra le mani dei suoi creditori.
2017-08-12 07:44:51
Il PD fino a ieri ha cavalcato l'onda dell'accoglienza. Oggi si e' accorto che gli Italiani non ne possono più' di questa assurda invasione incontrollata e quindi hanno dovuto fare marcia indietro nella speranza di poter ricuperare del terreno per le prossime elezioni. Purtroppo ci sono troppi interessi in ballo e quindi devono fare il gioco delle tre carte per cercare di accontentare gli elettori pro e quelli contro l'immigrazione. Risultato: il solito pasticcio all'italiana. Per fortuna i libici hanno vietato alle navi ONG di entrare nelle loro acque territoriali, e loro non scherzano.
2017-08-11 22:05:36
Oggi ho appreso dalla Stampa che cinque importanti Ong hanno dichiarato che il Codice di Condotta, che fissa alcune regole al fenomeno Immigrazione, introdotto dal Governo italiano in questi giorni, non rispetta le disposizioni di legge internazionali. Ora il nostro Governo non fa certo una bella figura e sarà oggetto, come prevedo, di numerose critiche. Non sarebbe stato molto meglio essere un po' prudenti, predisporre e far approvare una Legge dal Parlamento italiano, come sostiene giustamente e saggiamente a mio giudizio il M5S, invece di applicare questo Codice di Condotta?