Le peripezie per una patente smarrita, le forze dell'ordine come impiegati del catasto

PER APPROFONDIRE: lettere al direttore, patente
Caro direttore, 
ho smarrito la patente. può capitare, no? Non trovi la patente e vai a denunciarne lo smarrimento. Iniziano gli intoppi: non tutte le caserme dei carabinieri, per esempio, svolgono questo servizio, quindi, a piedi o con i mezzi pubblici, raggiungi quella autorizzata. succede, pero', che il carabiniere ti informi che dalla mattina non riescono a mettersi in contatto con la motorizzazione, e ti suggerisca di tornare più tardi o di andare di persona alla motorizzazione. Per raggiungerla in autobus, devo fare 2 cambi, così rinuncio. e per fortuna:il pomeriggio gli uffici sono sempre chiusi, come il sabato mattina. Così, in una mattina di ferie, ci vado, alla motorizzazione, con la regolare denuncia, per scoprire che per la mia patente, definita duplicabile , il foglio provvisorio per circolare e la richiesta del duplicato devono comunque essere rilasciati esclusivamente dai carabinieri. Ma come, sono lì di persona, con la denuncia e devo tornare dai carabinieri? Alla mia obiezione non ricevo spiegazioni logiche, anzi l'incaricato mette in dubbio che il carabiniere non riuscisse quel giorno a contattarli (grave affermazione, a mio avviso) e sostiene anche che il timbro sulla denuncia sarebbe poco leggibile e che non si sa chi l'ha fatta ( nome e cognome non bastano? ) . A me, alterata, non resta che tornare, sempre con i comodi mezzi pubblici, alla caserma fortunata che ha vinto il servizio denunce , dove prima di me viene ricevuto in guardiola un ragazzo che ha smarrito tutti i documenti e dopo di me uno che ha smarrito la denuncia di smarrimento. Adesso mi sento smarrita anche io! Per il duplicato del bancomat andrò in banca o alla forestale? Nel 2018, era di internet, non è accettabile che le forze dell' ordine siano utilizzate anche per questi compiti burocratici, mentre a meno di un km dalla caserma si spaccia a cielo aperto. E non pensare di andare all'estero! Non in auto, almeno, perché non puoi senza il duplicato della patente che arriverà per posta ...e se andassi io, a Roma, a prenderla?

Andreina Del Fabro
Mestre

Cara lettrice, 
la sua è un'esperienza davvero illuminante. Nel senso che ci illumina sugli astrusi e vessatori marchingegni che regolano la nostra burocrazia e sulla cervellotica organizzazione della pubblica amministrazione. Che trasforma anche le forze dell'ordine in impiegati del catasto. E continua a trattare i cittadini come sudditi, non come contribuenti che avrebbero il diritto ad avere servizi efficienti e trasparenti. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 10 Febbraio 2018, 14:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Le peripezie per una patente smarrita, le forze dell'ordine come impiegati del catasto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2018-02-11 10:33:07
"Alle ultime elezioni "regionali" Indipendenza Veneta ha preso più o meno l´1%" "l´1%" !!!!! anche troppo
2018-02-11 09:02:29
Non resta che sperare nel futuro:mezzi robotizzati a piolota automatico.Imposti il percorso e ti siedi..Poi le visite ravvicinate negli anni ,deprimono anche chi essendo arzillo non si sente tanto menomato e ha preso tre multe solo negli anni giovanili per divieto di sosta.Zero incidenti.Quanto alla burocrazia, ci raccontano balle sulla sua semplificazione.Esempio...impegnative su impegnative per esami clinici cruciali..la risposta, arrivata e consegnata ad una segreteria, rimasta in fondo ad un cassetto.Risposte scocciate a telefonate di sollecito, poi autoassoluzione o nebbia sulle sbadataggini di qualcuno,quando l'esito viene finalmente trovato.Era arrivato dodici gironi prima.Si ha sempre l'impressione di andare a rompere le uova nel paniere, di turbare una serena tranquillita' di routine.Il peggio e' quando si vedono altre persone a qualche sportello, che per qualche conoscenza vengono servite con cortesia e sollecitudine.
2018-02-11 00:52:09
Alle ultime elezioni "regionali" Indipendenza Veneta ha preso più o meno l´1%. Adesso pedalate e sventolate il tridolore.
2018-02-10 22:22:54
Io non so, sig.ra Andreina, in quale caserma lei sia andata, ma la sua lettera non ci illumina per niente, come le ha risposto il Direttore, su come funziona la burocrazia. Io qualche anno fa, ho smarrito il portafoglio con patente e carta d'identità. Denuncio tutto ai CC. Il tempo di fare la denuncia, mi rilasciano un foglio per poter guidare (anche se non all'estero) e dopo un dieci/quindici gg.mi arrivò la patente nuova. Per la carta d'identità sono passato in municipio con le foto e dopo una decina di minuti mi hanno consegnato il doc. nuovo. Non so a Mestre come funziona...ma dicono che in Veneto funziona tutto alla grande!! Boh....
2018-02-10 21:23:10
Benvenuta in Italistan, burocrazia da terzo mondo, da dipendente pubblico poi rincaro la dose, quando partono le sedicenti semplificazioni in realtà complicano tutto introducendo ulteriori inutili passaggi e lungaggini, specie con l'informatica, un esempio? Prima i documenti arrivavano cartacei, adesso arrivano informatici (non tutti) e bisogna stamparli, controllando s eeffettivamente potevano esser trasmessi online o abbiano bisogno della trasmissione via cartacea, questo per la PA è semplificazione ed informatizzazione, giusto uno dei tanti esempi che potrei fare.