Nei sondaggi il M5s cala e la Lega cresce, ma è un travaso di voti in mancanza di un'alternativa

PER APPROFONDIRE: governo, lega, m5s, matteo salvini, sondaggi, voti
Egregio Direttore,
non ho mai dato molto peso ai sondaggi nemmeno in campagna elettorale perchè spesso i risultati delle elezioni li hanno stravolti.
Comunque, guardando alla situazione attuale, penso che il calo del M5S sia una logica conseguenza della loro politica del NO (Tav, Tap, trivelle, non dimentichiamo che per causa loro abbiamo perso anche le Olimpiadi di Roma), della decrescita felice che propugnano e che piace tanto agli elettori del M5S e molto meno a chi non li ha votati, della insipienza di alcuni loro ministri (me ne vengono in mente subito due : Toninelli e Castelli). L'unico risultato che hanno ottenuto, anche se non nella sostanza che avrebbero desiderato, è il tanto propagandato reddito di cittadinanza, la cui efficacia sarà da dimostrare nei prossimi mesi.
Quello che ritengo esagerato è il consenso raccolto da Salvini che in campagna elettorale si era battuto per il contrasto alla immigrazione, distruzione totale della legge Fornero e flat tax. A parte il primo punto ottenuto con metodi che hanno fatto discutere (ma i rimpatri a che punto sono?), per gli altri due punti mi pare si tratti di una classica vittoria di Pirro. Credo che saranno le prossime elezioni europee di maggio a dare un giudizio definitivo sul governo giallo-verde.
Giuseppe Macchini
Padova
Caro lettore,
i sondaggi vanno sempre presi con beneficio di inventario. Ma indicano delle tendenze. E quella che vede all'interno della maggioranza di governo, M5S in flessione e la Lega in crescita è una costante ormai da alcuni mesi. Credo si spieghi non tanto con i risultati di governo quanto con il fatto che oggi, a causa dell'assenza di un'alternativa vera all'attuale maggioranza, la dialettica politica si consuma in gran parte all'interno della stessa coalizione. E quindi anche i comportamenti elettorali risentono di questo clima.
In altre parole: chi teme la politica e le scelte (o meglio le non-scelte) dei pentastellati punta sulla Lega per arginarli. Al contrario una parte di chi considera la Lega un pericolo o non ne condivide le posizioni ritiene più utile puntare su M5S, perché freni Salvini, che sulle forze di sinistra ritenute in questo momento scarsamente credibili come reale alternativa di governo.
Le prossime elezioni europee ci diranno de questa tendenza trova conferma e in quale misura non solo nei sondaggi ma anche nella realtà del voto. E le conseguenze sulla tenuta del governo saranno tutte da verificare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 7 Febbraio 2019, 05:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nei sondaggi il M5s cala e la Lega cresce, ma è un travaso di voti in mancanza di un'alternativa
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2019-02-08 13:50:45
per mancanza di alternativa e per l'odio per il diverso dei komunisti, nacque il fascismo!...
2019-02-08 07:34:33
Se "travasi" i voti il risultato finale cambia. Almeno in teoria. Se hai un primo partito che perde consenso per come agisce a favore di un altro, vuol dire che per gli elettori "aveva ragione" il secondo. Se si persiste nella precedente gestione il primo partito diventa un cespuglio. Peccato che per come funzioni la politica in italia i cespugli sono spesso stati l'ago della bilancia assumendo un potere spropositato rispetto al numero dei cittadini rappresentati
2019-02-08 07:01:13
Ma siamo sicuri che non fare le Olimpiadi a Roma sia una perdita? O invece un risparmio di alcuni miliardi, che sarebbero finiti di nuovo nel calderone della città eterna, che di eterno ha solo i debiti, le buche, l'immondizia?
2019-02-07 22:47:06
Gentile Sig. Gianfri54 mi scusi se sono un po’ lungo, sono certo che anche il Gazzettino pazienterà. Poniamo il caso che ci sia una persona, penso che nella realtà i casi siano invece molti, che nella vita non ha avuto la fortuna di avere un lavoro fisso continuo, ma è stata costretta ad arrabattarsi, ad accettare lavori saltuari e anche lavorare in nero. In poche parole: o così altrimenti non mangi. O ancora peggio: lavorare tanti anni ed accorgersi che i contributi non sono stati mai versati o versati in misura inferiore. Quando uno non è istruito è facile preda (quanto è importante l’Istruzione). Poi ci sono casi difficili che riguardano anche imprenditori altrettanto sfortunati. Evito di parlare della famiglia e della prole. Se non ho capito male, uno dovrebbe percepire la pensione, lo scrive lei: “parametrata ai contributi versati”. Se ne ha pochi la pensione sarà ovviamente bassa. Bene, allora da pensionato dovrebbe patire la fame, il freddo, vestire stracci, avere le scarpe bucate, lavarsi poco o niente e dormire in qualche tugurio o lungo i marciapiedi, cioè vivere nell’indigenza e anche nell’emarginazione. Tutto questo perché non ha avuto la fortuna di avere contributi previdenziali sufficienti per una pensione dignitosa. Vede Sig. Gianfri54 il Reddito e le Pensioni di Cittadinanza che considero un traguardo di civiltà, secondo me, vanno nella direzione di venire incontro alle situazioni di difficoltà e povertà di tanti nostri Connazionali: Lavoratori e Pensionati. E questo deve farsene carico la società, tutti noi attraverso le imposte. Questa si chiama: Giustizia sociale. Come ha sempre affermato, giustamente a mio giudizio, il Sig. Beppe Grillo e il M5S: nessuno deve rimanere indietro.
2019-02-08 10:43:10
Guardi che la soluzione sarebbe semplicissima togliamo le pensioni sociali dall’inps e mettiamolo a carico della fiscalità generale. Così facendo chi ha versato i giusti contributi potrebbe avere la giusta pensione. A me non sta bene propio per niente che chi, non ha versato, a vario titolo, niente ricada sulle spalle dei pensionati. Mi auguro che il governo prenda in mano la sittuazione inps costantemente in deficit per scelte economiche fiscali totalmente assurde. Uno degli esempi classici è quello relativo alle tasse sulle pensioni per l’inps è un costo per lo stato un reddito in buona sostanza è una partita di giro che serve allo stato per dire che il costo per le pensioni è troppo alto. Di porcate ce ne sono altre ma magari una alla volta....