Una lettrice immagina Conte nei panni di una rockstar. Beh, meglio ispirarsi ai Rolling Stones che a Orietta Berti

PER APPROFONDIRE: conte, direttore, lettera, premier
Egregio direttore, 
sostiene Conte, che sta per fare alla Ue una proposta che non può rifiutare. Determinato a portare a casa il risultato di evitare la procedura di infrazione ma, allo stesso tempo, di mantenere le promesse che il suo (si fa per dire) governo, ha fatto agli italiani. Come farà? Gli chiedono. Quali carte pensa di abbassare per vincere questa delicata partita? Conte non le svela, se le tiene ancora ben coperte, ma, dice, non sarà soddisfatto fino a che non arriverà ad ottenere il massimo per il bene del paese. Mi è venuto in mente Mick Jagger. Lo so, il parallelo non calza. E che c'entra la scanzonata, irriverente, rock star, con la figura dai contorni paleo democristiani del premier italiano? Mi piaceva immaginarlo mentre canta: Satisfaction. L'ho immaginato vestito alla Jagger con camicia luccicante aperta sul petto glabro e pantalone di due misure più stretto, mentre si dimena sul palco del G20. Ci farebbe un figurone. Ci scommetto. Scherzi a parte, ormai è tutto nelle sue mani, la salvezza dell'Italia e del governo è appesa al suo potere negoziale. Immagino debba sentirsi in cima al mondo. I due burberi ministri, suoi vice, si sono affidati a lui. Eh, già, mica scemi: se non riesce, la faccia la perde lui, se porta a casa qualcosa diranno che è stata la vittoria della tenacia e della forza espressa dal lavoro d'equipe. 

Mariagrazia Gazzato 
Venezia

Cara lettrice, 
mi lasci dire che il suo paragone è divertente ma piuttosto fantasioso. Faccio davvero fatica - e non credo di essere il solo - ad immaginare il nostro azzimato, compassato e talvolta persino etereo Presidente del Consiglio indossare i panni di una rockstar scatenata e irrefrenabile come il leader dei Rolling Stones. Ma la politica, si sa, fa miracoli: basta guardare il curriculum di alcuni dei nostri attuali ministri per rendersene conto. Da signori nessuno si sono ritrovati, di punto in bianco, responsabili di pezzi importanti del nostro Paese. Quindi non possiamo neppure escludere una metamorfosi rock del professor Conte. Mi verrebbe però da dire che un presidente del Consiglio che sul palco di Bruxelles potrebbe trasformarsi nel Mick Jagger di Satisfaction (soddisfazione, ndr), è pur sempre da preferire ai tanti premier che in passato hanno gestito questo Paese ispirandosi alla Orietta Berti di Fin che la barca va lasciala andare. 

    
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 6 Dicembre 2018, 13:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Una lettrice immagina Conte nei panni di una rockstar. Beh, meglio ispirarsi ai Rolling Stones che a Orietta Berti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2018-12-07 08:23:57
Dai Rolling Stones non abbiamo ricavato una monetina in tasse, da Orietta Berti...si' e parecchie e quando va all'estero sbanca.Cantanti Italiani considerati fuori moda in quanto NO rap,No hiphop, no Rock ,No Tattooo, in Giappone, China, Russia fanno incassi da favola. Canzoni Italiane riconosciute:Nel blu-volare, ManboItaliano, Azzurro. Qualcuno ha mai pensato di brevettare "Ciao"??Ormai l'affare e' perso.
2018-12-07 01:06:04
Ahimè sta Mariagrazia se è quella che conosco io e lo stile è quello, polemico irriverente ed un pò saccente, tipico dei piddini senza molti argomenti a parte accusare di fascismo, ridotti ormai a schernire gli avversari per la pochezza dei contenuti che propongono nella loro berlusconiana perseverare in campagna elettorale, parlo del PD.
2018-12-06 16:35:44
Ormai siamo arivati al " vai avanti te che a me mi viene da ridere", poi se le lettrici o lettori la buttano in v.....a, è la situazione creata dai nostri eroi che spinge a essere poco seri.
2018-12-06 15:52:19
Questa scrivente signora e' nota a tutti i letori di questo giornale per essere un'accanita scritrrice di letterine che compulsivamente ci proprina una settimana si' e una no. Abbiamo ancora nelle orecchie l'irriverente e canzonatoria descrizione di Di Battista quale un Che Guevara alle vongole. Addirittura. Non soddisfatta del suo attacco insolente al M5S, ci riprova e raddoppia, Quindi abbiamo la cazonew fatta canzonatoria e allora ecco Conte come Mick Jagger (ma che cavolo c'entra Mick Jagger?) poi abbiamo Conte che e' a capo di un governo, governo si fa per dire, poi ecco il botto e allora Conte figura paleo democristiana. Penso che la signora abbia in serbo in saccoccia ancora una valigia di scherno verso il M%s. Vorrei dire allora alla signora: carissima, invece di recitarci la canzoncina a puntate, ci dica chiaro e tondo che lei vota PD e la finiamo qui. Punto.
2018-12-06 21:16:54
cosi' chiunque sia contrario al m5s vota pd? quindi non appena la lega li mandera' a quel paese automaticamente salvini e soci diventano piddini?