Invasione specie "aliene": in Italia
sono 33. Da mercoledì giro di vite

Le nutrie sono una delle 33 specie aliene presenti in Italia
Giro di vite, dal 14 febbraio, per le specie invasive in Italia. Entrerà in vigore il decreto che recepisce il Regolamento europeo per prevenire e gestire l'introduzione delle specie esotiche considerate particolarmente invasive dall'Unione Europea. L'Europa ha stilato l'elenco delle 49 specie invasive più pericolose, di cui 33 sono presenti in Italia, dal gambero rosso della Louisiana alle nutrie al visone americane al cane procione, nonché piante come il giacinto d'acqua. Queste specie, talvolta chiamate "aliene", sono piante, animali e altri organismi introdotti dall'uomo, accidentalmente o volontariamente, al di fuori della loro area di origine e una parte di queste causa gravi danni alla natura, a volte anche alla salute, e perdite economiche notevoli.

Attualmente, si stima che siano ben 12.000 le specie "aliene" introdotte in Europa, di cui più di 3.000 solo in Italia, con un incremento vertiginoso (+96%) negli ultimi 30 anni. Il decreto prevede che tutti i proprietari di animali da compagnia inseriti nella lista (in particolare chi avesse in casa testuggini palustri americane) potranno mantenerli fino al termine della loro vita naturale, ma entro giugno 2018 dovranno comunicare il loro possesso al Ministero dell'Ambiente, fornendo indicazioni sull'esemplare (specie, sesso ed età) nonché sulle modalità che intendono adottare per impedirne la riproduzione e la diffusione.

La norma prevede, oltre ai controlli doganali, che le Regioni e i Parchi nazionali predispongano opportuni piani di controllo. Zoo e giardini botanici, così come centri di ricerca, importatori e rivenditori, dovranno invece richiedere apposite autorizzazioni. Per chi non rispettasse gli obblighi, sono previste sanzioni penali, amministrative e la confisca degli esemplari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 10 Febbraio 2018, 15:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Invasione specie "aliene": in Italia
sono 33. Da mercoledì giro di vite
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-02-12 13:54:15
Deve essere liberalizzata, anzi incentivata, l'eradicazione con tutti i mezzi a disposizione. Bene, avanti così forse iniziamo a risolvere ed eliminare un po' dei problemi che ci siamo creati da soli negli ultimi decenni...
2018-02-12 11:46:12
... per loro il termine migrante non vale.. e pensare che nessuna ma proprio nessuna è arrivata da sola.. tutte sono state scarrozzate per evidente troppa sapiens - za .. comunque esiste un processo di riposizionamento natural strategico che si chiama naturalizzazione .. ovvero la nuova casa fa proprio " l'accettabile " e rigetta " inaccettabile " più o meno come le nostre sanatorie.. quella è l'unica via da perseguire. così è scritto e così sarà fatto...
2018-02-12 05:06:59
Benissimo che ci diano la possibilita' di sterminarle allora senza rompiscatole animalisti tra i piedi
2018-02-11 21:54:13
Qualche giorno fa alla tv hanno detto che il centro di Genova e' stato "invaso" dai pappagalli (quelli veri, con le penne...). Qualche residente ha provato a scacciarli, e loro hanno risposto! Solo che non si e' capito bene, qualcosa come "salta 'n muro" oppure "casca 'n tubo" o forse "passa 'n mulo". Si spera che con il tempo migliorino la pronuncia, cosi' magari si potra' stabilire un dialogo anche con loro... tanto qua ormai arrivano tutti.
2018-02-12 18:52:56
:-)