Postepay, occhio al sito clone che ruba dati e soldi: l'annuncio della polizia

Postepay, occhio al sito clone che ruba dati e identità: l'annuncio della polizia
Un sito clone, riprodotto alla perfezione con loghi e colori (ma non troppo per quanto riguarda la lingua italiana), in grado di rubare dati, identità e soldi dei possessori di Postepay. Per questo la polizia, anche con il nuovo anno, continua ad avvertire gli utenti sui rischi del web e - attraverso il profilo 'Commissariato di PS Online' su Facebook - lancia l'allerta sul sito fake.



"Questo è un sito clone che, utilizzando format e colori del sito originale, mira a carpire i vostri dati. La difficoltà di riconoscerlo come truffaldino - si legge - impone di attuare delle misure di sicurezza prima di arrivare a questo punto". Quindi, ricorda la polizia, "non seguire mai link proposti nelle mail ma digitare nella barra degli indirizzi la URL del sito desiderato (ovvero l'indirizzo WWW, ndr) e accedere alla propria area riservata con le credenziali per verificare la situazione". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 6 Gennaio 2018, 14:39






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Postepay, occhio al sito clone che ruba dati e soldi: l'annuncio della polizia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-01-07 14:18:26
Concordo..ci sono strafalcioni di lingua e grammatica, ma certi italiani nemmeno si accorgono ed abboccano.
2018-01-07 12:48:48
Erminiottone,il protocollo HTTPS se un sito non lo usa non e' che glielo metti tu
2018-01-07 16:09:13
allora vedi che sei ignorante in materia...almeno studia prima di digitare. Siti che offrono servizi finanziari in Italia non possono per legge essere esenti dal protocollo HTTPS e relativo certificato a scadenza. Se operi con siti senza protezioni, allora lo fai di tua volontà (intermediari di diritto estero) ed è giusto che ti svuotino il conto.
2018-01-07 17:08:12
come si riconosce facilmente un sito clonato e relativo tentativo di phishing: se non compare il lucchetto a fianco dell'indirizzo web (niente protocollo HTTPS) e ti chiedeno di reinserire i codici identificativi/sicurezza della carta, una domanda di dubbio dovresti fartela...oppure li inserisci ogni volta con estrewma leggerezza ? Purtroppo molti browser standard degli smartphone/ occultano (volontariamente) l'indirizzo web aperto cliccando sopra i link contenuti nelle email...da quì l'uso di browser alternativi (non serve che te li citi perchè ovviamente li conosci già)
2018-01-07 12:34:32
Ma non possono chiudere il sito e mettere in galera i ladri?O c'é il rischio di offendere la loro privacy?