Francia, auto rubata e restituita al proprietario 38 anni dopo: l'incredibile ritrovamento

PER APPROFONDIRE: auto, furto, proprietario, reims
La Peugeot 104 è venuta a galla in uno stagno per via della siccità

di Rachele Grandinetti

Era il 1979 quando alla polizia di Reims, in Francia, è stato denunciato il furto di una Peugeot 104. Da allora, nessuna traccia dell’auto. Almeno fino allo scorso lunedì quando un uomo ha allertato le autorità dopo aver avvistato un veicolo coperto di fango in uno stagno, venuto alla luce per via della siccità. È il comando di Chalons-en-Champagne a raccontare la strana vicenda su Facebook: i subacquei della gendarmeria di Dienville si sono tuffati alla ricerca di possibili tracce di un corpo che poteva trovarsi all’interno del veicolo al momento della caduta in acqua. Ma non è stata rilevata alcuna presenza e l’auto è stata riportata in superficie.

La targa ancora visibile, però, non risultava in nessun database. Così, gli agenti hanno dato fondo agli archivi cartacei della prefettura della Marna riuscendo a risalire al proprietario, ancora vivo: «L’incontro - si legge nel post - è stato fissato nei prossimi giorni per procedere correttamente alla restituzione della Peugeot 104 al legittimo proprietario, 38 anni dopo il furto!». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 1 Settembre 2017, 14:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Francia, auto rubata e restituita al proprietario 38 anni dopo: l'incredibile ritrovamento
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-09-03 10:16:57
Chissà' come sono le leggi in Francia? In Italia, essendo rientrato nel possesso della cosa (sempre che abbia fatto dichiarazione di perdita di possesso), gli chiederebbero i 40 anni di bollo arretrato con relativi interessi, lo multerebbero per aver abbandonato rifiuti e lo indagherebbero per simu!azione di reato.