Studentessa con figlia neonata cacciata dall'aula universitaria dalla prof all'Aquila, poi le scuse della Preside

PER APPROFONDIRE: aula, cacciata, figlia, studentessa, univesrità
Studentessa con figlia neonata cacciata dall'aula universitaria

di Marco De Risi

Perché? E’ quello che si è chiesto una ragazza di 20 anni cacciata dall’aula universitaria perchè aveva con sè la sua bimba di 4 mesi. E' accaduto stamattina all’Università degli studi dell’Aquila, nella sede della facoltà di Scienze umane, durante una lezione del corso di Formazione Primaria. La giovane mamma sta studiando i requisiti di sensibilità e cultura per divenire una futura maestra.

”Sono stata allontanata dall’aula quasi subito – ha raccontato la studentessa al professore Andrea Viviani, ricercatore di grammatica italiana e linguistica italiana, mentre gli chiedeva aiuto – Ero appena entrata con il mio bimbo in carrozzina: la professoressa mi ha pregato di allontanarmi perchè la mia neonata avrebbe potuto disturbare la lezione: non è servito a nulla mostrarle che stava dormendo. Mi sembra lunare che nel 2018 si debba essere trattati così davanti a decine di studenti solo perché si è una giovane mamma che vuole laurearsi.”

E’ subito intervenuta la rettrice Paola Inverardi, dopo essere stata informata insieme al Presidente di Corso e al Direttore di Dipartimento, e la situazione si è tranquillizzata. La ragazza è tornata in aula ed ha potuto continuare a seguire la lezione. Ha anche ricevuto le scuse della professoressa.

Un caso identico è accaduto qualche mese fa all’università degli studi di Parma. Una mamma era stata invitata ad allontanarsi con sua figlia perché la stava allattando. In quel caso il clamore fu ancora più grande e l’università porse le sue scuse alla studentessa, promettendo di creare spazi su misura per genitori-studenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 11 Ottobre 2018, 20:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Studentessa con figlia neonata cacciata dall'aula universitaria dalla prof all'Aquila, poi le scuse della Preside
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti