Meteo, tornano le piogge e si abbassano le temperature: ecco dove

PER APPROFONDIRE: meteo, pioggia
Meteo, tornano le piogge e si abbassano le temperature: ecco dove
L'assaggio di estate di questi giorni sta per lasciare spazio a nuove piogge su dierse regioni. Un impulso di aria fresca da Nord, attraversa le aree orientali e appenniniche dando luogo a diversi temporali, soprattutto pomeridiani.
 


La redazione di iLMeteo.it comunica che le aree più interessate dai fenomeni, oggi, saranno quelle appenniniche centro-meridionali, localmente il medio Adriatico, i rilievi di Nordest e la Romagna. Su questi settori saranno possibili temporali sparsi, più estesi e localmente forti in particolare tra Abruzzo, Molise, Campania interna e Lucania. Ampio soleggiamento sul resto del Paese. Antonio Sanò, il direttore e fondatore del sito iLMeteo.it, assicura, tuttavia, che già domani tornerà ad essere dominante l'anticiclone Hannibal, con bel tempo soleggiato e stabile prevalente su gran parte del paese.

Va evidenziata soltanto, fino a metà settimana, una moderata instabilità sui rilievi dell'estremo Sud, segnatamente tra Lucania, Calabria e sull'Est della Sicilia, dove continuerà ad essere influente una debole circolazione più fresca settentrionale con rischio di locali rovesci o temporali, in particolare nelle ore pomeridiane. Sempre il direttore Sanò, annuncia la continuazione di un clima molto gradevole, primaverile su tutta l'Italia con temperature massime mediamente comprese sulle pianure tra 22 e 27 gradi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Maggio 2017, 11:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Meteo, tornano le piogge e si abbassano le temperature: ecco dove
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-05-15 18:10:41
Legge 22 maggio 1975, n. 152 Art.5 È vietato l'uso di caschi protettivi, o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo. È in ogni caso vietato l'uso predetto in occasione di manifestazioni che si svolgano in luogo pubblico o aperto al pubblico, tranne quelle di carattere sportivo che tale uso comportino. Il contravventore e' punito con l'arresto da uno a due anni e con l'ammenda da 1.000 a 2.000 euro (1). Per la contravvenzione di cui al presente articolo è facoltativo l'arresto in flagranza (2) (3). (1) Comma modificato dall'articolo 113, comma 4, della legge 24 novembre 1981, n. 689, e successivamente dall'articolo 10, comma 4-bis, del D.L. 27 luglio 2005, n. 144. (2) Articolo sostituito dall'articolo 2 della legge 8 agosto 1977, n. 533. (3) La disposizione di cui al presente comma deve ritenersi abrogata in virtù di quanto stabilito dall'art. 230 disp. att. c.p.p.