Vitalizi, il vicepremier Di Maio attacca i ricorsi anti-taglio. Ed è subito polemica

PER APPROFONDIRE: luigi di maio, ricorsi, vitalizi
Vitalizi, il vicepremier Di Maio attacca i ricorsi anti-taglio. Ed è subito polemica
Nuovo capitolo della guerra di M5s contro gli ex deputati. Il vicepremier Luigi Di Maio ha lanciato una serie di attacchi contro di loro, alla notizie della presentazione dei ricorsi contro il taglio dei vitalizi, mentre il senatore pentastellato Primo Di Nicola, ha spinto l'acceleratore per un taglio anche agli ex inquilini di Palazzo Madama. La risposta degli ex deputati non si è fatta attendere: l'annuncio di querele per diffamazione contro Di Maio. Ben diverso il tono del presidente della Camera Roberto Fico, che pur difendendo i tagli giudica legittimo il ricorso. «700 ex deputati hanno fatto ricorso per riavere i vitalizi che noi abbiamo abolito e continuare a essere mantenuti a vita dallo Stato come fossero dei nababbi.

Ma questi ex dis-onorevoli lo sanno cosa è la giustizia sociale?», ha scritto Di Maio su Facebook, auspicando che dopo la Camera anche «il Senato abolisca subito i vitalizi. Bisogna decidere da che parte stare, da quella dei cittadini o da quella dei parassiti». E il senatore M5s Di Nicola conferma l'intenzione. Gli interessati reagiscono subito. Il primo a annunciare querela è Maurizio Ronconi. Il presidente dell'associazione ex parlamentari, Antonello Falomi, inizialmente preferisce non reagire «per non dare soddisfazione a Di Maio», ma dopo aver ricevuto decine di telefonate indignate annuncia querela anche lui: «Di Maio - ha detto Falomi - che governa assieme alla Lega condannata per truffa a danni dello Stato, pretende che gli ex deputati, che non hanno rubato nulla, non possano chiedere agli organi interni della Camera una verifica sulla legalità e costituzionalità della delibera» che ha tagliato i vitalizi. Il presidente della Camera Fico, promotore del taglio, ha toni diversi da Di Maio: «fare ricorso è un diritto ma resto ovviamente convinto della delibera approvata dall'ufficio di presidenza della Camera perché è un provvedimento che ricuce una ferita. Non l'abbiamo fatta contro qualcuno ma per qualcuno, nell'interesse del popolo italiano».

Ora la parola sta agli organi interni della Camera che però sono composti da deputati dei gruppi che hanno votato per il taglio dei vitalizi. L'avvocato Maurizio Paniz che difende 400 ex, è però fiducioso: «Questi Comitati agiscono come organi giurisdizionali e non come organi politici e i deputati chiamati a farne parte devono comportarsi come magistrati. La legge sulla responsabilità dei magistrati stabilisce che la trasgressione dei principi consolidati di Cassazione e Consulta costituisce responsabilità. E la Cassazione e la Consulta sulle pensioni hanno detto cose ben precise».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 8 Settembre 2018, 19:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vitalizi, il vicepremier Di Maio attacca i ricorsi anti-taglio. Ed è subito polemica
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2018-09-09 22:04:36
Di Maio con quella faccina che sembra un profugo. vive in un'Italia che non c'è, parla di quello che non sa, ha il colore d'oltremare.
2018-09-09 19:12:27
Mi chiedo perchè con una maggioranza così schiacciante il governo limoncello non ha incardinato una bella legge eh ha tolto i vitalizzi a tutti i parlamentari compresi i consiglieri regionali e soprattutto quelli delle regioni a statuto speciale, se serve una legge costituzionale siamo disposti ad aspettare ed eventualmente votare tutti si al referendum. Meglio dovrebbe cominciare a tassare di più i ricconi alla Grillo o la Casaleggio associati insieme ai miliardari alla Berlusconi, ma se ne guarda bene intanto il vento fischia sempre a favore dei populisti, fino a quando?
2018-09-09 18:14:40
Di maio , per racimolare un po di soldi , dovrebbe mettere un contributo di solidarieta' progressivo su tutti gli stipendi zuperiori ai 50mila euro/anno (da 50mila a 100mila il 10% / da 100mila a150mila il 20% /oltre 150mila il 30% )
2018-09-09 15:50:28
Condivido in pieno quanto sostiene da sempre il M5S riguardo ai privilegi. Per una ragione di Equità e di Giustizia tutti i privilegi devono essere aboliti.
2018-09-09 15:35:50
I vitalizi non sono stati aboliti, gli hanno solo applicato il contributivo, perchè a noi possono applicare il contributivo e ai parlamentari no? Non gli hanno neanche chiesto indietro quanto già percepito, solo che prenderanno quanto versato, è pure gente benestante, non finiranno sotto un ponte. I ricorsi sono uno schiffo agli italiani poveri.