Salvini, il baciamano e la devozione popolare di Napoli

PER APPROFONDIRE: afragola, baciamano, salvini
Salvini, il baciamano e la devozione popolare di Napoli

di Mario Ajello

Vuole diventare il nuovo Achille Lauro (populista, demagogo e monarchico super-destrorso, adorato nella sua città: Napoli). No, Matteo Salvini vuole diventare il nuovo Antonio Gava, democristiano, ministro dell'Interno a sua volta, originario del Nord ma subito diventato indigeno, ultra-pop sul Golfo e dintorni. E insomma il Capitano adorato a Napoli, il baciamano che che gli è stato tributato ad Afragola come fosse Maradona o padre Pio, continua a far discutere dentro e fuori dai social. Ma al di là dei paragoni, tutti improponibili, in questa nuova devozione napoletana - che piaccia o non piaccia è reale, anche al netto della teatralità del luogo e dei suoi abitanti - c'è tutto il fallimento della sinistra ma anche qualcosa di più antico che resta purtroppo sempre attuale.

Salvini, bagno di folla ad Afragola: c'è pure chi gli bacia la mano

Napoli ha sempre avuto con il potere un rapporto anarchico ma allo stesso tempo di almeno apparente rispetto. Fu così, in una unione di reciproca teatralità con Mussolini. Il popolo napoletano ne aveva colto l'immagine cristica, collocandola tra i tanti taumaturghi tradizionali, ma poi quell'immagine è stata rimossa e sostituita da altre forme e da altre figure miracolistiche. Dunque Salvini in s'illuda troppo dell'"ammuina" di baci e abbracci e di tutte le sceneggiate che gli vengono riservate in questa ex capitale. Non durano mai a lungo.




 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 21 Gennaio 2019, 11:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Salvini, il baciamano e la devozione popolare di Napoli
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-01-22 20:09:42
è la prova provata che i napoletani non sono tutti come la elisa ed i suoi alias. ci sono buone speranze per il futuro.
2019-01-22 10:37:52
Da craxi in poi la sinistra ha tradito e con renzi l'epilogo era logico. Ora paghiamo il prezzo e credo che solo il Movimento possa cambiare le cose ma si sa gli italioti pensano poco e alzano la voce
2019-01-21 21:12:25
L'italiano e' sempre pronto ad accorrere in soccorso del vincitore (come riportava Ennio Flaiano). A quelle latitudini poi il servilismo e' fondamento di vita .
2019-01-21 20:50:30
E' arrivato San Felpino con le ampolle!
2019-01-21 17:43:57
per quei tanti soloni che sparano sentenze ricordo che il baciamano al sud equivale a quella che da noi è ancora la levata del cappello nei confronti delle persone importanti e delle signore. saranno pochi, più, ma ci sono ancora!!!