Veltroni: «Se il problema è regolare i conti, a sinistra rimarranno solo macerie»

PER APPROFONDIRE: matteo renzi, pd, walter veltroni
Veltroni: se priorità è regolare conti  a sinistra resteranno solo macerie
«Se il problema è regolare i conti, a sinistra rimarranno solo delle macerie, il rischio è molto elevato». Così Walter Veltroni intervistato a Sky Tg24. Per il fondatore del Pd «la divisione è un demone della sinistra. È un demone che porta a divisioni e al tanto peggio tanto meglio, lo si ritiene ineluttabile ma penso sia un errore» mentre ricorda l'ex sindaco di Roma «il Pd per la prima volta nella storia della sinistra è nato per fusione e non per scissione».

Sulle discussioni nel centrosinistra spiega: «Prendo atto bisogna rispettare le posizioni degli altri, la risposta di ieri, dopo tanti appelli, è secca e netta. Non vedo cosa possa portare di positivo alla sinistra italiana, se per effetto di questa divisione dovesse vincere il centrodestra ci sarebbero da fare considerazioni amare».

Renzi è il problema per Mdp? «Se è solo questo è sbagliato. È stato il segretario del loro partito fino a qualche mese fa, adesso è diventato il problema? Certo Renzi deve essere capace di includere e aprire, ma che a sinistra il nemico sia la sinistra è grave».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 20 Novembre 2017, 11:54






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Veltroni: «Se il problema è regolare i conti, a sinistra rimarranno solo macerie»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2017-11-21 17:14:29
....i barricad...ieri, da operetta , ....diventati pingui e languidi nella comoda posizione di piccoli borghesi( che a parole combattevano e detestavano) . I beati rossi non si arrendono al fatto, anche verso la fine della loro vita, di quando valevano poco sia come uomini che come politici…..e gli colse ………il suvenir…romantico….! I povero comunisti nostrani, avendo fatte rivoluzioni solo di testa, ma mai praticamente, NON si rendono conto che dopo raggiunto un traguardo…..bisogna andare avanti….loro rimangono solo con la purezza dell’ideologia (sic) mai messa in pratica (perche’ quasi tutti benestanti o figli di papa’),….invece i cinesini, che la rivoluzione l’hanno fatta veramente ed in nome della dignita’ dell’uomo, raggiunto bene o male obbiettivo, sono passati alla fase benessere(tipo un fascismo economico rosso) ed in futuro ,…. forse alla fase democratica ,anche se sara’ autoritaria ,visto il loro numero…....!.....sveglia rossi antichi…..!
2017-11-21 10:01:50
ieri (sembra una barzelletta) degli "eredi" hanno trovato dei "buoni del partito comunista italiano" che valutano in mi sembra 24.000 Euro ma riusciranno a "riscuoterli"? forse solo convertiti in "buoni PD"
2017-11-20 17:42:23
Veltroni ormai dovrebbe saperlo che il primo nemico dei comunisti e' chi non e' abbastanza comunista. Del resto, una vittoria della sinistra alle prossime elezioni e' improbabile, forse Bersani e i suoi, perso per perso, preferiscono ricompattare la sinistra "classica" in prospettiva futura. Comunque sia, la fusione di cui parla Veltroni ha funzionato solo quando stavano all'opposizione.
2017-11-20 14:30:11
Sono convinto che il Pd potrebbe invertire la situazione a cui va incontro, che si presenta, a mio giudizio, difficile e anche imbarazzante. Quello che dovrebbe fare è invitare il Dott. Matteo Renzi a fare un passo indietro. E il Pd più tardi aspetta e peggio sarà.
2017-11-20 13:20:59
non avere Bersani D'Alema e Speranza è un valore aggiunto