Conte , "turista" per caso a Roma. E alla scorta chiede: preoccupati?

PER APPROFONDIRE: giuseppe conte, governo, scorta
Conte , "turista" per caso a Roma. E alla scorta chiede: preoccupati?
Presidente del Consigllio e... turista per caso. Dopo la relazione dell'Anac in Senato, Giuseppe Conte si ferma in un bar a pochi passi da Palazzo Madama, in via dei Portoghesi, per gustare un 
caffè seduto ad un tavolino con il suo staff. Anche ai cronisti, ai cameramen e ai fotografi presenti, il premier chiede se gradiscano qualcosa. Tant'è che un cittadino, passando di là e incuriosito dal siparietto, si fa offrire un caffè dal presidente. Conte guarda la scorta: «Siete preoccupati? Vabbè, con questa bella giornata un caffè al bar è consentito». 

Nel corso della passeggiata a piedi, il premier si è imbattuto anche in un turista canadese che, a piedi con la sua bambina, ha gridato rivolto a Conte: «l'Italia è il Paese più bello del mondo». Il presidente ha preso la palla al balzo per girare l'affermazione ai cronisti: «Sentito? Prendete appunti». Il turista ha quindi chiesto ai giornalisti presenti chi fosse l'uomo: «il presidente? Ah, Berlusconi?».  Più avanti, 
Conte ha incrociato l'esponente dell'Anci, Enzo Bianco, che lo ha invitato a fare visita all'associazione dei comuni italiani. Il presidente del Consiglio ha allargato le braccia: «è un periodo mostruosamente pieno di impegni, ma appena mi libererò un pò sarò da voi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Giugno 2018, 13:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Conte , "turista" per caso a Roma. E alla scorta chiede: preoccupati?
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti