Nola, blitz dei Nas nell'ospedale dove i pazienti vengono curati sul pavimento

PER APPROFONDIRE: nola, ospedale, pavimento
Pazienti curati sul pavimento a Nola blitz dei Nas in ospedale. Ira di De Luca: «Via ai licenziamenti»
I carabinieri del Nas sono stati inviati dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin all'ospedale di Nola dopo le denunce sulle condizioni in cui sono stati accolti, su materassi per terra, alcuni malati. I Nas dalle ore 10 di questa mattina sono nel nosocomio a controllare quanto accaduto.

«Abbiamo preferito curare le persone a terra piuttosto che non dare loro assistenza. In ospedale abbiamo 15 barelle, 10 delle quali al pronto soccorso, e sabato ne abbiamo 'sequestrate' due alle autoambulanze per far fronte all'emergenza venutasi a creare». Così Andreo De Stefano, direttore sanitario dell'ospedale civile 'Santa Maria la Pietà' di Nola (Napoli), dove i pazienti del pronto soccorso sono curati a terra, senza barelle, separati dal pavimento solo da copertine.

«Una di quelle persone era in arresto cardiaco, ma che dovevamo fare senza letti né barelle, mandarla via? I medici hanno preferito fare la defibrillazione sul pavimento, pur di salvarle la vita come è accaduto», continua De Stefano. A suo giudizio le immagini mostrate in tv «non hanno dato una bella immagine dell'ospedale, ma era l'unica soluzione per far fronte all'emergenza». «L'altra persona ritratta a terra - ha raccontato - era stata messa in posizione antisoffocamento perché era in preda al vomito». «Trenta dei 265 utenti arrivati al pronto soccorso - aggiunge - sono stati ricoverati, e due persone sono state portate in altri nosocomi. Si pensi che c'era anche l'emergenza acqua, ed avevamo allertato la prefettura per poter avere qualche autobotte, poi fornitaci dai vigili del fuoco». «Qui - ha concluso De Stefano - arrivano persone dall'agro sarnese, dal vesuviano, dal nolano, dall'avellinese, dall'acerrano, per un'utenza di circa 300mila persone. Ma i medici fanno il loro dovere, e danno assistenza nel migliore dei modi possibili, considerando anche che l'ospedale ha 107 posti letto a disposizione, e ne sarebbero necessari, nella norma, almeno il doppio. Noi non ci scoraggiamo, e siamo sereni, siamo pronti a chiarire tutto quanto ci sarà chiesto di chiarire. Ripeto, quella di sabato è stata un'emergenza che definire eccezionale è poco».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 9 Gennaio 2017, 11:29






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nola, blitz dei Nas nell'ospedale dove i pazienti vengono curati sul pavimento
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2017-01-10 10:50:11
Giusto fare un dovuto controllo se l'Ospedale è carente di organizzazione o altro. Ma detto questo cosa doveva fare? Quando non ci sono più posti letto, non ci sono più barelle, le inventano? Meglio così piuttosto di mandare via i pazienti verso altri Ospedali lontani non so quanto,,, io avrei preferito stare lì a terra e non farmi portare, con gravi problemi, lontano e magari morire per strada!!! Se l'Ospedale è troppo caricato faranno un nuovo salone con 20/30 lettini per l'emergenza, miracoli non ne fa nessuno!!!!
2017-01-10 10:31:51
E qual'è la colpa dei medici????
2017-01-10 09:25:00
questa è la sanità al meridione. epoi dicono che le regioni non servono. in veneto ce la amministriamo ed è la migliore d'italia ed una delle migliori al mondo. e non mi risulta che pro capite spendiamo più del meridione. noto che mancano certi commentatori sempre presenti. ciao ...elisuccia!!
2017-01-10 07:55:47
Licenziamenti? Ma dimettiti piuttosto caro governatore dal passato il lustre.
2017-01-10 06:37:51
Suggerimento per far fronte ad affolamenti e carenza letti: materassoni gonfiabili ( e se poi non funziona il compressore???)o brandine da campeggio( ma metterle in reparto .. e chi si prende la responsabilita' di aprirle, non e' contemplato dal mansionario)