Ancona, assalto alla villa di un imprenditore: banda del trapano in fuga con la Porsche

PER APPROFONDIRE: banda, corinaldo, suv
Assalto alla villa di un imprenditore: banda del trapano in fuga con la Porsche
CORINALDO - La banda del trapano in fuga con la Porsche Cayenne da una villa di Corinaldo, dopo aver razziato dentro casa mentre i proprietari dormivano. È avvenuto nella notte tra domenica e lunedì. Il bottino, oltre alla supercar stimata in 40.000 euro, è di 800 euro in contanti e un collier d’oro. Il colpo è avvenuto nella villa di Fabrizio Persi in via Madonna del piano. È stato l’imprenditore, che ha un’azienda a Castelleone di Suasa, dove dirige anche la banda musicale, a chiamare ieri mattina verso le 7 i carabinieri. 

«Sono entrati facendo un foro alla finestra del piano terra – racconta Fabrizio Persi –, poi sono venuti in camera mia dove hanno preso i miei pantaloni e hanno preso anche quelli di mio figlio nella sua stanza. Li abbiamo ritrovati di sotto, avranno frugato nelle tasche al piano terra. Lì c’era la borsa di mia moglie dove hanno rubato i soldi e un collier d’oro, un ricordo della madre a cui teneva molto». Sparito inizialmente anche un orologio del proprietario di casa, poi trovato in giardino con il portafoglio che aveva lasciato in macchina. Presi i soldi e quello gettato a terra. La coppia con i due figli non si è accorta di nulla. Strano che i ladri non abbiano fatto rumore.

«Non abbiamo sentito niente anche se sono passati vicino a noi – prosegue nel racconto il proprietario di casa –, i carabinieri ci hanno chiesto se stavamo bene, per capire se fossimo stati narcotizzati, ma lo escluderei. Nessuno di noi aveva mal di testa. Ci siamo svegliati come tutte le mattine, non credo ci abbiano dato qualcosa». In un cassetto i ladri hanno preso le chiavi del Porsche parcheggiato nel piazzale di casa e il telecomando del cancello, che hanno azionato senza fare danni per uscire. La macchina, priva di assicurazione contro i furti, era stata acquistata venti giorni fa. Non era dotata di Gps e per i carabinieri è stato impossibile rintracciarla. «Il furto credo sia avvenuto intorno alle 3.30 – racconta -, verso quell’ora i miei cognati, che abitano nell’abitazione accanto, si sono svegliati perché il cane ha abbaiato e hanno visto dei fari ma hanno pensato fosse una macchina di passaggio, la mattina si sono trovati il cancello aperto e avevano provato ad andare anche da loro». 

Il primo ad accorgersi ieri mattina è stato uno dei figli che, uscendo verso la fermata dell’autobus, per andare a scuola a Senigallia, ha visto che la macchina non era al suo posto. Ha subito informato i genitori che a quel punto non hanno potuto fare altro che chiamare i carabinieri, subito accorsi sul posto per effettuare un sopralluogo. La targa della macchina, se qualcuno dovesse notarla in giro è FN 651PJ, sempre che i ladri non l’abbiano già cambiata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Aprile 2018, 04:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ancona, assalto alla villa di un imprenditore: banda del trapano in fuga con la Porsche
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER