Bergamo, operatrice culturale stuprata in un bagno da un richiedente asilo

PER APPROFONDIRE: bergamo, migrante, stupro
Operatrice culturale stuprata  in un bagno da un richiedente asilo
Un 27enne della Sierra Leone, richiedente asilo, ha abusato di una giovane operatrice culturale di 26 anni a Fontanella, nel Bergamasco. La vicenda è avvenuta ieri all'interno di una cascina che ospita una comunità di richiedenti asilo ed è stato reso noto oggi dal procuratore capo di Bergamo, Walter Mapelli. Il giovane ha chiuso la ragazza in un bagno della comunità, a Fenatica, dove ha abusato di lei. La 26enne ha tentato di difendersi richiamando l'attenzione di due altri stranieri richiedenti asilo che sono intervenuti. 

I due migranti intervenuti a difesa della donna hanno sfondato la porta e hanno tentato di bloccare l'aggressore che è però fuggito lanciandosi dal primo piano della cascina. È stato rintracciato successivamente, e arrestato dai carabinieri per violenza sessuale. La giovane è stata trasferita all'ospedale di Treviglio. Sul posto i carabinieri di Treviglio, un reparto operativo per i rilievi scientifici e agenti della polizia locale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 20 Settembre 2017, 16:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bergamo, operatrice culturale stuprata in un bagno da un richiedente asilo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2017-09-21 17:33:40
Mi dispiace davvero tanto per questa povera ragazza che si prodigava tanto per aiutare questi poveri migranti che scappano dalla fame e dalla guerra
2017-09-21 13:39:40
Chissà se era stata solidale con il suo collega.
2017-09-21 12:12:35
Le risorse pensavano che un certo tipo prestazioni fossero comprese nei 35€ giornalieri. Nessuna solidarietà con chi contribuisce a distruggere l'identità del popolo italiano.
2017-09-21 11:14:04
non vorrei essere nei panni di quei due "guastafeste" quando il "richiedente asilo" uscira' (fra qualche giorno) "Hic Sunt Sierra Leones"
2017-09-21 09:33:35
abbiamo "salvato dalle acque" centinaia di migliaia (o forse milioni?) di "giovani tutti maschi" e cosa pretendevano le operatrici? che fossero "gentlemen"?