Rimprovera un bambino al parco, la madre lo prende a pugni

PER APPROFONDIRE: bambino, parco, pugni
Rimprovera un bambino al parco, la madre lo prende a pugni

di Giulia Sancricca

«Leva quel bastone, è pericoloso per te e per altri piccoli» e toglie dalle mani di un bambino, che stava giocando in un parco pubblico, un grosso bastone. Sono bastate quelle poche parole, quel richiamo cortese in fin dei conti, per scatenare l’ira della mamma del bambino ammonito. E la donna ha preso a calci e pugni un quarantacinquenne del posto che, dopo l’aggressione, è finito all’ospedale. E anche lì è stato costretto a subire una seconda aggressione, sempre da parte dell’irascibile mamma. Per lui otto giorni di prognosi.

L’episodio in questione è avvenuto lo scorso 28 agosto in un giardino pubblico di Porto Potenza. Qualche giorno fa, al termine degli accertamenti e delle indagini scattate dopo la denuncia della vittima, i carabinieri della locale stazione, che fa capo alla Compagnia di Civitanova, guidata dal maggiore Enzo Marinelli, hanno identificato e denunciato la donna.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Novembre 2018, 11:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rimprovera un bambino al parco, la madre lo prende a pugni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-11-08 23:00:30
....ormai non puoi piu' dire nulla ai pargoli....non nella scuola,non della vita....!....genitori che non sanno il mestiere di educatori.....pretendono di censurare tutto....! Miserere nobis.....!
2018-11-08 22:54:25
...ma come ...la vittima le ha prese di nuovo in ospedale e hanno avuto bisogno di scoprire chi era la donna che lo ha aggredito e seguito poi in un luogo pubblico...?
2018-11-08 22:50:24
E' stata identificata e denunciata... Inutile poi scandalizzarsi tanto quando capita che dei passanti assistano ad un atto di violenza senza intervenire. Uno stato che lascia i delinquenti in liberta', o addirittura condanna le loro vittime, non puo' pretendere che i singoli rischino la propria incolumita' per fare quello che lui, lo stato, non puo' o non vuole fare.
2018-11-08 19:05:45
E stato bravo a non reagire. io vorrei sapere il nome e cognome della donna, perche un sospetto ce l'ho.
2018-11-09 10:24:58
porto potenza non sta al nord, quindi sospetto confermato