“Frittelle gratis solo ai bimbi italiani”: bufera sul consigliere FdI di Mantova. La Meloni: «Mi dissocio»

“Frittelle gratis solo ai bimbi italiani”: bufera sul consigliere FdI di Mantova. La Meloni: «Mi dissocio»
Una iniziativa che non ha fatto ridere nessuno e che ha fatto indignare molti: «Frittelle di Carnevale gratis ma solo ai bambini italiani». E' successo a Mantova dove un consigliere comunale di Fratelli d'Italia,  Luca de Marchi, ha promesso frittelle gratis al luna park, ma solo per i bambini italiani. Avrebbe dovuto distribuirle venerdì pomeriggio, ma è scoppiata la bufera sul web e dopo la dissociazione della sua leader nazionale Giorgia Meloni, de Marchi ha fatto marcia indietro chiedendo scusa: «Annullo tutto - ha detto - ma vorrei che non si dimenticasse la mia storia. Sono dieci anni che aiuto tutte le settimane famiglie italiane in difficoltà. E sono cinque anni che distribuisco frittelle al luna park. Ho sempre detto solo ai bambini italianì, ma potete chiedere a tutti che nessun bambino andava via senza il suo dolce, anche i tanti stranieri che venivano».



Giorgia Meloni è intervenuta nel pomeriggio di oggi anche con un tweet: «Mi dissocio nella maniera più categorica - ha scritto la leader di Fratelli d'Italia - dall'iniziativa presa dal consigliere de Marchi a Mantova, che lede l'immagine di FdI. Il consigliere la annulli immediatamente e porga scuse pubbliche o saremo costretti a prendere provvedimenti nei suoi confronti». L'annuncio di quell'iniziativa sui generis aveva attirato molte critiche. Venerdì, tra le giostre al parco del Te, dove si festeggia la tradizionale fiera di sant'Anselmo, con giostre e bancarelle che arrivano ai primi di febbraio e restano sino a dopo il 19 marzo, de Marchi avrebbe dovuto regalare ai bimbi, ma solo a quelli italiani, il tradizionale 'fiapòn', la frittella intrisa di olio e di zucchero che si prepara tra le giostre e di cui chi va alla fiera è ghiotto. «Puntiamo lo sguardo sulle famiglie extracomunitarie che, in realtà, godono di numerose agevolazioni per quanto riguarda l'infanzia - aveva spiegato in un comunicato de Marchi - mentre le famiglie mantovane troppo spesso devono rinunciare ai momenti di svago con figli perché subissate di pensieri riguardanti difficoltà finanziare».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 13 Febbraio 2019, 17:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
“Frittelle gratis solo ai bimbi italiani”: bufera sul consigliere FdI di Mantova. La Meloni: «Mi dissocio»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2019-02-16 14:37:12
Non ho letto altrettanta indignazione quando enti, associazioni, Caritas e altri gruppi dicevano apertamente "non sei straniero e quindi non hai diritto". Questa ipocrisia è stomachevole... Vergognatevi
2019-02-15 11:04:07
al solito , ci si dimentica che esistono i social : si spara la caxxata di turno, poi appena esce sui social la protesta , tutti ( mentire) scusarsi per il malinteso .... "pezo el tacon del sbrego" nel 101 % dei casi ... abbiate l'onesta intellettuale di difendere le vostre idee/ esternazioni sempre , social o non social altrimenti siete burattini ...ops
2019-02-15 07:38:22
1-mai visto portare dolci e pizzette e bibite da parte di autoinvitati...assieme ai bimbi, spesso usati come pretesto per ingresso gratis di vasta parentela. 2- se per caso venissero portati manicaretti etnici in feste collettive , dopo aver visto certi documentari con certe manipolazioni disinvolte e certe pentole, vi fidereste...??
2019-02-14 14:16:06
Uso dei bambini N.67.
2019-02-14 11:48:40
"Frittelle d'Italia". È bastata la provocazione di un consigliere comunale di Fratelli d'Italia a Mantova, Luca De Marchi, per far esplodere le contraddizioni della sinistra. Il consigliere ha annunciato l'intenzione di vendere frittelle al luna park locale, ma solo ai bimbi italiani, salvo poi chiarire che in realtà le darà a tutti, senza chiedere la carta d'identità. Giù insulti dal Pd e compagni vari: "Aberrante", "schifo". "terrificante", "idiota", "vomitevole". Questa è la dimostrazione che la sinistra italiana è molto più brava a parlare (e criticare) che fare. Risultato? Loro non regaleranno frittelle a nessuno, né agli italiani né agli stranieri.