Venerdì 11 Gennaio 2019, 11:35

«Il decreto dignità mi costringe a lasciare a casa 25 persone»

​Sandro Bottega

di ​Sandro Bottega

Egregio Direttore,
sono ben 25 le persone che al 31 dicembre, a causa delle nuove norme, abbiamo dovuto lasciare a casa e che avremmo potuto assumere per almeno altri 6 mesi, forse più. Alcune di esse, con noi da anni per il periodo stagionale, avevano imparato il mestiere, fosse esso di distillare o di pigiare uva o di vendemmiare, ma non le potremo mai più riassumere: anni di formazione gettati al vento per l'incapacità della politica di capire le esigenze del lavoro. Avremmo voluto assumerle a tempo indeterminato, ma le vendemmie, la distillazione, le confezioni natalizie, il picco di vendite di spumante, ci sono solo una volta l'anno e in ogni caso nessuno dei nostri clienti ci
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Il decreto dignità mi costringe a lasciare a casa 25 persone»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 66 commenti presenti
2019-01-12 09:20:43
Tanta gente si arrichisce con la dignità altrui, e se poi non ci riesce e pronta a piagere in piazza ed imprecare contro i politici che non capiscono. Come quell’altro in tv col giubetto giallo con pensione di 5k ridotta a 4;5k euro... sta morendo di fame.... poverino....
2019-01-11 19:33:51
Conosco questo signore per aver avuto un colloquio di lavoro con lui...Preferisco non pubblicare il commento che vorrei, perchè rischierei di essere censurata. Che vada a nascondersi...
2019-01-11 19:19:41
le avrebbe lasciate a casa lo stesso finito il contratto...
2019-01-11 19:16:06
Io invece grazie al decreto (ma come altri) sono stato passato a Indeterminato
2019-01-11 18:29:10
Ma perche' costui scrive ai giornali?