Centrato dal bus: ciclista scaraventato a 10 metri. Batte la testa e muore

PER APPROFONDIRE: azzano decimo, bus, ciclista, incidente, pordenone
Centrato da bus: ciclista scaraventato  a 10 metri. Batte la testa e muore
AZZANO DECIMO - Un ciclista di 35 anni, originario dell'India, residente a Verona ma domiciliato ad Azzano Decimo (Pordenone), è stato investito e ucciso, questa mattina, poco dopo le 7, da un pullman di una ditta privata. L'incidente è avvenuto lungo la strada regionale 251, nel tratto tra Azzano Decimo e Villotta di Chions. Secondo una ricostruzione dei carabinieri della locale stazione, il ciclista è stato tamponato e scaraventato per una decina di metri, finendo contro un manufatto in cemento e battendo violentemente il capo. L'uomo è morto all'istante. Sul posto il personale sanitario che ha potuto solo constatare il decesso. I militari dell'Arma stanno sentendo alcuni testimoni oculari per accertare la dinamica dell'accaduto. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Novembre 2018, 12:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Centrato dal bus: ciclista scaraventato a 10 metri. Batte la testa e muore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-11-08 15:41:23
Quello che vedo spesso ci sono camionisti automobilisti conduttori di autobus e scuolabus con i telefonini in funzione non vedo forza dell'ordine a contrastarli.
2018-11-08 14:53:36
In Italia ancora il casco per i ciclisti non e' obbligatorio.A volte non salverebbe , ma almeno dagli urti contro bordi di cemento entro limiti costruttivi, ..qualcosa puo' ancora fare.
2018-11-08 18:39:39
Certo,nessuna certezza,ma qualche accorgimento in più non guasta.Soprattutto tanta attenzione e fortuna.
2018-11-08 13:58:29
Da ciclista RIP...chissà se portava il casco.
2018-11-08 18:29:07
bisognerebbe che fosse obligatorio...almeno ti salvi la testa , forse