Giovedì 11 Ottobre 2018, 10:17

Foto scioccanti della Pediatria, la denuncia: «Condizioni invivibili»

PER APPROFONDIRE: disagi, emergenza, foto, padova, pediatria
Foto scioccanti della Pediatria,  la denuncia: «Condizioni invivibili»

di Federica Cappellato

PADOVA «Lo stato attuale della Pediatria non solo disattende i principi enunciati nella Carta dei Diritti del Bambino in Ospedale, ma non permette neppure un riconoscimento obiettivo delle eccellenze mediche che offre, generando e amplificando così quelle emozioni negative come l'ansia, l'angoscia, il panico, la depressione, presenti naturalmente in chi è costretto a vivere in ospedale e a subire l'ospedale».
È un quadro realistico quello tracciato dal Forum delle Associazioni amiche della Pediatria di Padova (quattordici, tra le quali la famosa Fondazione Salus Pueri, a rappresentare le famiglie di bimbi ricoverati, dai cardiopatici ai nefropatici, dai neurologici ai reumatici, dai metabolici ai terminali) che ha steso un corposissimo report di 43 pagine che fotografa l'esistente e suggerisce poderose, non più procrastinabili migliorie.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Foto scioccanti della Pediatria, la denuncia: «Condizioni invivibili»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2018-10-12 11:22:33
mazdegan - mamma mia che paroloni: Vita - Valore Etico - Morale - Religioso. Lei mi manda nel panico i legaioli che queste parole le hanno cancellate dal vocabolario. Ora vanno di moda: immigrati - paura - deliquenti - renzi - tiramisù - e tutta la sequela di insulti per denigrare chiunque non sia allineato al pensiero salviniano. Mi sa tanto che da buon Veneto che non la pensa come loro, tra un po verrò imbarcato ed espulso in Antartide. Comunque complimenti a Lei.
2018-10-11 15:46:23
ansia, angoscia, panico e depressione presenti naturalmente in chi è costretto a vivere in ospedale e a subire l'ospedale non si guariscono con "il pomata" ... Servono, nel pubblico, cure manageriali radicali volte a diffondere modelli di eccellenza, e nel Nord Est non mancano certo, a tutte le strutture ospedaliere efficientandone l'erogazione dei servizi al cittadino e parimenti la sostenibilità operativa (e non solo economica) del personale dipendente.
2018-10-11 19:24:22
bene così, si attende il nuovo polo ospedaliero...nel frattempo, tirare la cinghia e stringete i denti.
2018-10-11 10:23:22
Siamo ridotti in condizioni da terzo mondo e c'e' pure chi vorrebbe portare qui tutta la popolazione del terzo mondo. Ma dove vive questa gente? Probabilmente e' gente che puo' portare i propri figli nella migliore clinica privata.
2018-10-12 01:51:21
Qua rapportano la vita dei pazienti, all'appalto di una falegnameria che fabbrica seggiole.Si aggiudica l'appalto chi pratica il costo inferiore. Una differenza sostanziale si coglie: una sedia è un bene di consumo, la vita di una persona ha un valore etico, morale e religioso ben più elevato. Forse bisogna attendere l'arrivo di mio zio. nei paesi comunisti tanto per denigrare la sanità e il diritto allo studio è dato e è eguale per tutti. Fra poco tempo si voterà ancora per le regionali!!!!!!!!!!!!!!!! A buon intenditor poche parole.