Giovedì 11 Ottobre 2018, 09:21

Lega boccia il reddito di cittadinanza,
Forcolin: «I veneti non lo vogliono»

Da destra Carlo Cottarelli, Roberto Papetti, Gianluca Forcolin

di Teresa Infanti

PORTOGRUARO (VENEZIA) - Il reddito di cittadinanza? «I veneti non lo vogliono». Parole come un epitaffio sulla misura-simbolo del governo gialloverde quelle che giungono dal vicepresidente leghista del Veneto, Gianluca Forcolin: «Personalmente sono fortemente contrario al reddito di cittadinanza. Se dovessero scegliere, i veneti vorrebbero il lavoro che dà dignità e non certamente un sussidio».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lega boccia il reddito di cittadinanza,
Forcolin: «I veneti non lo vogliono»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 95 commenti presenti
2018-10-11 12:35:15
Scusate ma mi trovo costretto a riscrivere il mio commento dato che forse ricevendone troppi non riuscite a pubblicarli tutti. A mio avviso, per aiutare l'Italia, bisogna puntare intanto solo sulle aziende senza le quali non ci sono stipendi e pensioni, compresi e comprese di quelli che parlano sempre male delle aziende etichettandole per "evasori". Le aziende italiane vanno aiutate soprattutto quando non vengono pagate: lo Stato deve affiancarle contro i clienti che non pagano i lavori. Se un dipendente non viene pagato entrano subito in gioco i sindacati, se un'azienda non viene pagata accade questo per un importo ad esempio di 5.000 euro quando va bene: - emette fatture, di cui il 22% di IVA; - paga intanto l'IVA sui 5.000 euro, pari a 1.100 euro; - attende che il cliente paghi; - lo Stato, se non hai ancora incassato ti chiede comunque IVA e tasse. Su 5.000 euro l'IVA è pari a 1.100 euro, pari ad uno stipendio. Per cui molti imprenditori si trovano a decidere tra: - pagare gli stipendi; - non pagare l'IVA (che non significa evadere). Lo Stato dovrebbe PERSEGUIRE i clienti che non pagano le fatture alle aziende, come avviene in tutto il mondo. Mentre qui lo Stato PERSEGUE l'azienda, chiedendo IVA e TASSE sul fatturato (dato che è formato anche dalle fatture non riscosse). Chiedo a tutti, quando parlate di aziende, di portare più rispetto, e di etichettare evasori solo quelle che non emettono regolare scontrino.
2018-10-11 16:31:52
Classico pensiero, da ex mezzadro,senza offendere nessuno
2018-10-11 14:27:03
Non e' vero che i Veneti non lo vogliono, ma CHI controllera' la distribuzione e durata del "reddito di cittadinanza" (che altro e' la gestione dell'offerta del mercato del lavoro)? Questa parte non mi e' chiara per nulla e si presta moltissimo ad abusi e manipolazioni dovunque. Il pericolo e' che si crei un'altro strato di burocrazia e a pagare o indebitarsi saranno sempre i soliti. Comunque il Veneto deve essere autonomo, altrimenti la societa' muore. Come il TAA e FVG, VENETO AUTONOMO.
2018-10-11 15:31:54
Siamo in questo modo da 150 anni, l’unica salvezza per il Nord è mollare il sud altrimenti faremo la stessa fine, altre soluzioni non ce ne sono.
2018-10-11 10:14:28
dio mio, sei un disco rotto...