Imprenditori investono in bitcoin: truffati per quasi un milione di euro

PER APPROFONDIRE: bitcoin, imprenditori, truffa, vicenza
Imprenditori investono in bitcoin:  truffati per quasi un milione di euro
VICENZA - La procura della Repubblica ha avviato un’indagine per truffa aggravata a carico di un romeno e un italiano di Vicenza. Sono accusati di avere truffato tre imprenditori di Vicenza, Arzignano e Marano, con una serie di investimenti in bitcoin, la nuova moneta elettronica. Come riporta il Giornale di Vicenza i tre imprenditori tra la fine del 2017 e le prime settimane del 2018 sarebbero stati convinti da due sedicenti professionisti della mediazione a utilizzare i bitcoin “valuta del futuro” spendibile bene all’estero, in particolare nel Medio Oriente e nel Sudest asiatico. I tre imprenditori hanno accettato di sperimentare i bitcoin per cifre modeste (circa 3 mila euro) con esito economico positivo tanto da convincersi a investire cifre consistenti: 350 mila euro il vicentino, 30 mila l’arzignanese e 550 mila il maranese. Pochi giorni dopo i versamenti i due truffatori avrebbero svuotato i conti per rendersi irreperibili. Inevitabile la denuncia da parte degli imprenditori con i nomi dei sedicenti mediatori, che potrebbero essere falsi. Sono in corso le indagini per identificare e denunciare i due truffatori. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 11 Ottobre 2018, 09:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Imprenditori investono in bitcoin: truffati per quasi un milione di euro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2018-10-11 10:15:09
magari e' quel tipo di gente che fa fatica a dirti l'ora quando cammina per strada, ma sgancia 300.000 euro al primo che passa per l'ufficio purche' prospetti guadagni mirabolanti e abbia l'aspetto di un signore distinto. Pinocchio e l'albero delle monete non hanno insegnato nulla.
2018-10-11 10:49:31
Decisamente, la storia di questi ultimi decenni non insegna proprio niente a taluni. Mi chiedo, poi, che tipo di imprenditori siano se si fa truffare così agevolmente e chissà se erano in regola con l'Agenzia delle Entrate etc...
2018-10-11 10:40:37
L’uccello ingordo si rompe il becco , proverbio sempre valido.
2018-10-11 09:53:29
HAHAHAHAHAHAHAHA!!! cercano sempre il guadagno facile... selezione naturale!!!...
2018-10-11 12:16:20
E' chiaro che i tre "imprenditori" cercavano il guadagno facile facile , magari senza guardar tanto per il sottile sulle norme valutarie, e soprattutto senza sapere bene quello che facevano. Polli spennati che non fanno molta pieta'...