Attacco al gregge di pecore, ma stavolta non è colpa dei lupi

Attacco al gregge di pecore, ma stavolta i lupi non c'entrano niente

di Vittorino Bernardi

VALLI DEL PASUBIO - Nuovo attacco la scorsa notte a un gregge di pecore nell’Alto Vicentino, con una novità: non da parte di un branco di lupi ma di due cani di grossa taglia che hanno sbranato due ovini. I cani, sfuggiti al proprietario residente nel confinante Comune di Recoaro, nei pressi di contrada Mogre hanno agito con uno straordinario istinto predatorio perché sono riusciti a penetrare nell’area aperta del gregge, pur protetta da una solida recinzione. Svegliato dagli strazianti belati delle pecore il custode del gregge ha contattato il 112. Sul posto sono arrivati i carabinieri della locale stazione che hanno chiesto l’intervento di un veterinario dell’Ulss 7 Pedemontana che ha reso inoffensivi i due cani portati al canile di Santorso. Dai microchip i carabinieri sono risaliti al proprietario che sarà sanzionato per omessa custodia.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Settembre 2018, 20:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Attacco al gregge di pecore, ma stavolta non è colpa dei lupi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-09-15 07:45:32
il randagismo e gli incroci con i lupi saranno il problema del futuro ....
2018-09-14 21:00:03
Si tratta di un sospetto avanzato molte volte in passato, soprattutto negli attacchi a quote basse o in prossimita' di centri abitati.
2018-09-15 07:14:58
Gia', se un cane aggressivo prestante assaggia il sangue vivo, poici prende gusto e i croccantini industriali gli fanno schifo.Almeno col micro chip si e'risaliti al proprietario dei cani.Ma temo che molti cani e cagnolini di importazione dall'Est, non li abbiano e neppure la sequela di vaccinazioni.Ho chiesto ad un Vigile Urbano di identificare un cane sguinzagliato, ma mi ha risposto che il lettore di microchip in dotazione era uno solo, stava in ufficio ed aveva pure pure le pile scariche.Magari si scopre che il cane e' di una figura importante negli organigrammi comunali. In pratica era l'ultima delle infinite incombenze loro di routine o affibiate da Sindaci e relative ordinanze Inapplicabili in pratica, s eilnumero agenti rest asempre ai minimi.Insomma..per cambiare pile ci voleva il morto , meglio se non umano, col collo sbranato e in un lago di sangue.
2018-09-15 08:02:49
ma allora uccidiamo i lupi lo stesso in via preventiva, che domani non imparino da questi 2 cani addestrati.
2018-09-16 01:09:03
"sono riusciti a penetrare nell’area aperta del gregge, pur protetta da una solida recinzione".--- Che scoperte- la recinzione poteva anche essere di cemento armato ma se si lascia aperta una porta a che serve?.