Giovedì 9 Agosto 2018, 09:17

Bimba immunodepressa. L'Uls: «No-vax senza buonsenso, ma anche la mamma»

PER APPROFONDIRE: bimba, immunodepressa, no-vax, scuola, treviso, vaccini
Bimba immunodepressa. L'Uls: «No-vax senza buonsenso, ma anche la mamma»

di Mauro Favaro e Elena Filini

TREVISO - «Bisognerebbe essere sempre il più razionali possibile. E la razionalità ci porta a pensare che forse non aveva senso denunciare l'istituto. Mi spiace per il problema. I bambini, però, non vivono in una campana di vetro. Oltre alla scuola, ci sono mille situazioni in cui possono essere a rischio di contagio. Serve buon senso. I no-vax non lo usano per niente. Ma nemmeno la signora che ha denunciato l'istituto, forse, l'ha usato troppo. Qui mi fermo. Poi ognuno fa quello che ritiene».

IL CASO Bimbi no-vax in classe: la figlia costretta a restare a casa. Famiglia fa causa

Francesco Benazzi, direttore generale dell'Usl della Marca, conferma la linea morbida sull'obbligo vaccinale anche dopo la denuncia per omissione di atti d'ufficio, istigazione
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bimba immunodepressa. L'Uls: «No-vax senza buonsenso, ma anche la mamma»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
2018-08-10 15:26:36
Non e' vero che di qualsiasi cosa che mi viene proposta, siccome tutti i meidicinali possono avere effetti collaterali, li prendo lo stesso. Anzitutto io personalmente non faccio assiduo uso di antibiotici, anzi quasi sempre quando esco dallo studio della mia dottoressa per farmi dare qualche gg di malattia strappo la ricetta per l'antibiotico che mi da sempre quando ho mal di gola (meno male che bisognava ridurre la resistenza antibiotica, eppure li prescrivono sempre come caramelle), mai preso una tachiprina (conoscendo la funzione importante della febbre). Mai mi farei mettere in bocca una otturazione in amalgama (contenente mercurio) benché ad oggi ci sono ancora dentisti che ti dicono che non c'e' nessuno studio che abbia provato faccia male. Certo, come no? Tanti medici/ricercatori/biologi/tossicologi affermano che sono altamente tossiche. In effetti non c'e' nessuno studio scientifico che dica che stamattina mi sono fermato a prendere un caffe' al bar, eppure ti posso assicurare che e' cosi.
2018-08-10 12:09:22
Non intendo fare una prevenzione, se questa prevenzione e' contemporaneamente tossica e se la possibilita' che dichiara di farmi evitare la malattia e' una bufala chiamata immunita di gregge, che non tiene nemmeno conto degli adulti e quindi si contraddice. Che le aziende farmaceutiche fabbrichino prima vaccini privi di sostanze tossiche (costi quel che costi in termine di spesa pubblica), a misura di bambino, e solo dopo mi si venga a chiedere di partecipare! Lei si preoccupa dei bambini immunodepressi, ma si dovrebbe sensibilizzare anche per quei bambini che hanno subito dei danni dalla vaccinazione. Non a caso esistono leggi che indennizzano le persone che hanno ricevuto un danno. Io non voglio leggi che mi risarciscono il danno (magari dopo 20 anni di cause legali): io pretendo vaccini puliti e sicuri! E non mi venite a raccontare che i vaccini sono i medicinali piu sicuri e controllati del mondo. Perche' non e' questo cio' che affermano i tossicologi. Il presidente dell'ordine dei Biologi D'Anna, sta sensibilizzando ripetutamente su questo aspetto. Allora, anch'io voglio partecipare all'opera di prevenzione data dai vaccini, anche per aiutare chi non si puo' vaccinare (benche' io creda poco o niente nell'immunita' di gregge). Ma se mi vuoi costringere mi dai prima un prodotto veramente SICURO!! Fino ad alcuni anni fa nei vaccini c'era il sale di mercurio, poi l'hanno sostituito con l'alluminio. Devono togliere anche il neuro-tossico sale di alluminio! Perche' e' un veleno ed e' neuro-tossico! E non mi venite a raccontare che quella tossicita' e' poca roba. Anzitutto per un neonato non e' per niente poca roba e la vaccinazione esavalente supera i limiti accettati dall'OMS. Secondo c'e' una differenza abissale tra quello le sostanze tossiche che ingeriamo con il cibo (che sono in quantita' molto maggiore rispetto ai vaccini) e quello che viene iniettato direttamente in via intramuscolare, perch' quello che viene ingerito con il cibo viene espulso piu facilmente. E non mi venite a raccontare nemmeno che io mi sarei laureato all'universita' di google, perche' queste cose le hanno espresse già molti medici, se li volete andare ad ascoltare. Se poi non li volete ascoltare, non mi venite a raccontare che la questione e' per me ideologica.
2018-08-09 14:57:14
Io mi soffermo solo all'articolo che ho letto senza entrare in merito a questa faida fra pro e contro vaccini. Mio figlio è immunodepresso dal 2014 anno in cui ha fatto un trapianto di midollo per una malattia autoimmune, ha saltato la 2 media studiando a casa e in ospedale dove andava per i controlli anche settimanali, mentre ha seguito con profitto la 3 media a scuola superando l'esame e frequentando ora la scuola superiore. Vi garantisco che nessuno mai da quando è rientrato a scuola, ci ha detto che doveva rimanere a casa perchè non sapevamo se i compagni erano o no vaccinati. Oltretutto nel suo caso certe vaccinazioni per altri obbligatorie non sono consentite(vaccini vivi attenuati sono impiegati contro malattie virali – morbillo, rosolia, parotite, varicella, febbre gialla,tubercolosi etc.etc.). Comunque a tutt'oggi risulta ancora immundepresso ed è trattato con un antivirale tutti i giorni e immunosopressore più il bactrim una volta la settimana. Sapete qual'è il problema? Che i tuttologhi che commentano qui, e dai nikmane sono sempre gli stessi su qualsiasi argomento, scrive senza sapere!!!
2018-08-09 16:06:04
Ma perchè non ha le palle di citare questi nikname e resta sul vago?
2018-08-09 16:39:56
Quello che io mi domando e le domando e': ma lei quando porta suo figlio in ospedale a fare le cure, si sente tranquillo delle persone con cui entrera' in contatto suo figlio? Oppure questo timore ce l'ha solo riguardo allo stare assieme a scuola dei bambini? Ma anche considerando che tutti gli alunni della classe fossero vaccinati, come la mettiamo con le altre malattie per il quale l'obbligo non e' nemmeno previsto? Meningite? Pneumococco? etc. Io penso che in ogni caso un padre con un bambino immunodepresso non potrà stare mai tranquillo in assoluto