Bambino con due papà, i giudici danno ragione alla coppia gay

Bambino di 3 anni con due papà,  il giudice dà ragione alla coppia gay
VERONA - La Corte di appello di Venezia - competente per Verona - ha ordinato al sindaco Federico Sboarina di riconoscere i due "padri" di un bambino nato in Canada da una maternità surrogata. Alla Corte di appello di Venezia si erano rivolti i genitori del piccolo.

«Penso che la necessità, per un bambino, di avere una madre e un padre sia un presupposto fondamentale e irrinunciabile», osserva il ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana, che peraltro è veronese, «a tal fine bene fa il Comune a valutare l’opportunità di impugnare la sentenza.  Dico inoltre che sarà mia intenzione combattere la pratica dell’utero in affitto in tutte le sedi opportune, ritenendo la cosa - sia per i bambini sia per la donna - gravemente lesiva della dignità umana». 

Il bambino  è nato tre anni fa grazie alla gestazione "per altri" ed è stato concepito con il seme di uno dei due uomini (che si sono sposati sempre in Canada), e l’ovulo di una donatrice. La legge sulla maternità surrogata canadese permette il riconoscimento della doppia paternità in due tempi: l’atto di nascita del bimbo era stato dapprima redatto con solo il padre biologico, poi i due papà italiani «a seguito del ricorso presso la Corte Suprema della British Columbia» hanno ottenuto «una sentenza nella quale si dichiarava - ricostruiscono i magistrati di Venezia nell’ordinanza - che entrambi i ricorrenti sono genitori del minore, mentre né la donatrice dell’ovocita, né la cosiddetta madre gestazionale sono madri del medesimo, e, conseguentemente, l’atto di nascita veniva in tal senso emendato».

Poi i papà si sono rivolti all’anagrafe del Comune di Verona, che però ha rifiutato di correggere l’atto che conteneva un solo genitore. La coppia a quel punto ha fatto ricorso alla Corte di appello.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 19 Luglio 2018, 20:16






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bambino con due papà, i giudici danno ragione alla coppia gay
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 102 commenti presenti
2018-07-20 19:48:04
Queste assurdità del perché-no, porteranno altre assurdità nella liberazione sessuale (basta lavorare di fantasia) e arriveranno i robocop i replicanti acquistati sul web partoriti da professioniste dell'utero ordinati da copie dalla sessualità variabile a seconda dell'estro della moda del momento e delle suggestioni delle teorie gender, copie magari ma anche terzetti e quartetti e altri abbinamenti di comodo e per corrispondenza (virtuali per dire) sempre nate e coltivate nel web il tutto Porterà a nuove tipologie di individui dalla personalità oggi non immaginabili e nuovi mondi e nuovi abbinamenti socio familiari... Come dite? Mi sono perso? Chi era Giulio Verne in confronto?
2018-07-20 18:45:53
Che schifo. Ma proprio che schifo. Il piccolo bimbo innocente e' figlio di uno dei due uomini e della donna che lo ha partorito. Punto. Tutto il resto e' una pagliacciata da parte di chi ha i soldi e si puo' permettere queste cose. Un risultato che possono ottenere solo i ricchi. Amen.
2018-07-20 18:16:33
io ne conosco quacuno che vista la mamma potrebbe avere anche 5 o 6 papà......
2018-07-20 18:16:16
Vada come vada lo sanno anche loro come avviene il concepimento e la nascita di un figlio e non gli va giù. Quindi non gli resta che piagnucolare davanti ad un giudice perché non sanno accettare ciò che la natura ha riservato loro.
2018-07-20 18:15:47
Quì non stiamo a discutere se sarà una buona o cattiva famiglia, ma da che mondo è mondo, il papà ha la carota e la mamma la patata. Non sarò evoluto ma per mè deve essere così.