Cassazione: dire ai migranti «andatevene via» è razzismo

PER APPROFONDIRE: cassazione, migranti, razzismo
Cassazione: dire ai migranti «andatevene via» è razzismo
Dire ai migranti «andatevene via» è razzismo. Lo ha stabilito la Cassazione spiegando che per l'aggravante dell'odio razziale è «irrilevante l'esplicita manifestazione di superiorità razziale» e può essere applicata anche nel caso di espressione generiche di disprezzo verso gli stranieri come «che venite a fare qua... Dovete andare via». La Cassazione ha confermato l'aggravante della finalità di discriminazione razziale, e il relativo aumento di pena, a un 40enne, accusato di lesioni, in concorso con un'altra persona.

LEGGI ANCHE Migranti, nasce l'asse dei volenterosi: accordo Italia, Austria e Germania per fermare gli sbarchi

L'uomo chiedeva una riduzione della pena, sostenendo che le affermazioni a lui attribuite dai testimoni fossero generiche e non richiamassero a una presunta superiorità della razza. Ma, ricorda la quinta sezione penale della Cassazione, l'aggravante della finalità di discriminazione o di odio etnico, nazionale, razziale o religioso «non ricorre solo quando l'espressione riconduca alla manifestazione di un pregiudizio nel senso dell'inferiorità della razza» ma anche quando la condotta «risulta intenzionalmente diretta a rendere percepibile all'esterno e a suscitare in altri analogo sentimento di odio etnico».

Frasi di questo tipo, osserva la Corte, sono «chiaramente espressive della volontà che le persone offese e gli altri cittadini extracomunitari presenti ai fatti lasciassero il territorio italiano a cagione della loro identità razziale». Anche il fatto che i due si fossero dati appuntamento presso un circolo frequentato da stranieri è stata considerato, assieme alla frasi pronunciate, indicativo della volontà di «diffondere odio verso la presenza nel Paese di soggetti appartenenti ad altra etnia».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Luglio 2018, 15:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cassazione: dire ai migranti «andatevene via» è razzismo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 38 commenti presenti
2018-07-12 15:42:48
Questo e' uno dei tanti casi in cui bisogna vergognarsi di essere italiano e avere una giustizio di questo stampo. C'e' ancora molto lavoro da fare in questo paese dopo oltre vent'anni di governi centrosinistroidi/berlusconiani che sono stati la rovina dell'italia.
2018-07-12 18:30:14
Le menti contorte dei magistrati...
2018-07-12 19:41:36
... siamo alla dittatura delle toghe.. la libertà di pensiero è cancellata in none del buonismo catto rosso papalino.. tra poco anche il solo guardarli ( diranno che è storto ) sarà razzismo per questi cervellotici cervelloni italo pagati.. sentenza illogica, irrazionale, apodittica, politica e ideologica . una vera e propria violazione della libertà...
2018-07-12 17:14:05
Perciò secondo questi "illuminati" se dico a dei ragazzini di colore di smetterla di far caciara sotto le mie finestre di andare via e andare a casa loro.....sono razzista.Ma quando il buon Dio ha distribuito il buon senso "QUESTI" avevano l'ombrello aperto?
2018-07-12 15:45:40
Tutte queste persone che sono state accolte in Italia...COME si mantengono? DOVE questa domanda sarebbe "odio etnico"? E' DOVERE delle autorita' di un Paese accertarsi che questi "migranti" abbiano un lavoro LEGALE e proteggere gli Italiani ...che stanno diventando demograficamente una minoranza.