Asili: c'è limite per stranieri, 60 bambini a rischio esclusione

Asili: c'è limite per stranieri,  60 bambini a rischio esclusione

di E.B.

TRIESTE - Fissano un tetto massimo, pari al 45%, per la presenza di stranieri in classe e a Monfalcone (Gorizia) si accende la polemica. A sottoscrivere una convenzione per contrastare il fenomeno delle "classi ghetto", vista l'alta percentuale di stranieri in città, sono stati nei giorni scorsi il Comune e due istituti comprensivi cittadini. Sulla base dell'accordo, però, una sessantina di bimbi a settembre rimarrebbe esclusa dalle scuole dell'infanzia. La Flc Cgil non ci sta e annuncia «un esposto in procura, al Garante dei Minori, all'ufficio per la tutela dei minori a livello nazionale». Il sindaco di Monfalcone, Annamaria Cisint, ha affermato di «essere convinta dell'utilità per i bambini di frequentare la scuola materna» e ha aggiunto: «Ho già offerto e continuerò a offrire tuttora la messa a disposizione di uno scuolabus per accompagnare i bimbi nelle scuole dei comuni limitrofi, dove ci sono le classi e i numeri per accoglierli. Mi sono rivolta a sindaci e dirigenti scolastici ma nessuno mi ha risposto».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 9 Luglio 2018, 20:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Asili: c'è limite per stranieri, 60 bambini a rischio esclusione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-07-10 00:22:58
era ora, prima gli italiani. Ci voleva la Lega al governo me fare giustizia. E poi le donne straniere, in particolare quelle del Bangladesh, non lavora nessuna quindi i loro bimbi se li possono tenere tranquillamente a casa. Se anche questo e' populismo ben vengano i voti populisti alla Lega, lasciamo le magliette rosse ai comunisti.
2018-07-10 07:58:22
Se i posti DISPONIBILI all'asilo sono quelli 45 bambini COMUNQUE rimarranno esclusi. Italici o graditi ospiti. Le anime belle insorgono per l'approccio razzista. Di fatto i criteri di ammissione per gli asili si basano sul reddito familiare. Paradossalmente due operai (madre e padre) che lavorano entrambi e avrebbero davvero bisogno dell'asilo per poter lavorare spesso vengono esclusi perche' "ricchi" mentre il posto all'asilo viene preso da chi DICHIARANDO un monoreddito e' piu' povero. La prima coppia deve arrangiarsi con i nonni o pagare un piu' caro asilo privato (con tutti i rischi che le cronache ricordano) la seconda coppia, che potrebbe basare autonomamente al pargolo, usufruisce del benefit. Forse il sindacato dovrebbe preoccuparsi piu' dei suoi iscritti.
2018-07-10 10:24:38
quanto incassa il comune da fincantieri? perchè tanti stranieri? perchè non si sorvegliano le ditte in appalto? Alcune hanno cambiato ragione sociale per applicare agli schiavi le nuove ritorsioni volute dai "prenditori" e puntualmente diventate leggi. Gli attuali al governo parlano di intralci alle imprese e vogliono abolire il codice degli appalti, per dare mano libera a sfruttatori ed evasori. I bambini che c'entrano in questo delirio?
2018-07-10 12:42:35
Le donne straniere raramente lavorano e sono impegnate a sfornare figli per accelerare il tasso di sostituzione. Se sono a casa si possono anche tenere i pargoli. Evidentemente è più comodo fruire di servizi che per loro sono praticamente gratuiti. Altrettanto ovviamente per noi invece tutto h aun costo doppio dovendo pagare anche ciò che per loro è gratis. E' proprio un gran vantaggio essere cittadini di questo Paese dopo due secoli di lotte e svariate guerre per difenderlo.
2018-07-10 13:37:20
si indaghi perchè e come i "prenditori" hanno convogliato tante persone straniere. Un perchè è il vantaggio di avere schiavi e lasciare che la plebe locale ed esterna si scanni e così possono continuare a farsi gli affari loro, magari con colossali evasioni fiscali. Dare la caccia senza sosta agli evasori fiscali i veri colpevoli delle fratture e dell'ignoranza e della primitività che si riaffacciano nei nostri territori guidata dai prenditori evasori. Per inciso: siamo certi di aver bisogno di cantieri? certo fanno fare soldi (anche il comune incassa), ma l'impatto a 360 sull'ambiente? ah ma è colpa del caldo. Ho goduto quando ho letto che anno sequestrato escavatori e accessori per probabile inosservanza delle norme, che tuttavia a prima vista sembrano lasche e facilmente aggirabili.