Aquarius, il presidente francese chiama Conte: rientrata la crisi Italia-Francia. Premier conferma il viaggio a Parigi

Macron telefona, Conte va a Parigi  Premier: con Francia caso chiuso

di Marco Conti

Sembra essere rientrata la crisi Italia-Francia dopo la lunga e cordiale telefonata, nella notte, tra il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte. Lo si apprende in ambienti di governo. A chiamare è stato il presidente francese.

Viaggio confermato. Durante la telefonata il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron hanno potuto discutere la situazione della nave Aquarius e avere uno scambio di vedute. Lo rende noto Palazzo Chigi, riferendo che Macron ha sottolineato di non aver pronunciato alcuna espressione volta ad offendere l'Italia e il popolo italiano. Macron e Conte hanno confermato l'impegno della Francia e dell'Italia a prestare i soccorsi nel quadro delle regole di protezione umanitaria delle persone in pericolo. Il Presidente della Repubblica francese ha ricordato di aver sempre difeso la necessità di una solidarietà europea accresciuta nei confronti dell'Italia. L'Italia e la Francia devono approfondire la loro cooperazione bilaterale ed europea per una politica migratoria efficace con i paesi di origine e di transito attraverso una migliore gestione europea delle frontiere e un meccanismo di solidarietà nella presa in carico dei rifugiati. Macron e Conte hanno convenuto che, in vista del Consiglio Europeo di fine giugno, sono necessarie delle nuove iniziative da discutere insieme. Per evocare questi temi e i numerosi dossier di comune interesse, il Presidente della Repubblica e il primo ministro Conte si incontreranno a Parigi domani per un pranzo di lavoro seguito da una conferenza stampa.

Il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso del colloquio con il premier Giuseppe Conte, ha detto di «aver sempre difeso la necessità di una maggiore solidarietà europea con il popolo italiano», si legge in una nota dell'Eliseo. «L'Italia e la Francia - prosegue la nota - devono approfondire la loro cooperazione bilaterale ed europea per condurre una politica migratoria efficace con i Paesi d'origine e di transito, attraverso una migliore gestione europea delle frontiere e attraverso un meccanismo europeo di solidarietà e di assistenza dei rifugiati».


Luigi Di Maio. «La notte ha portato consiglio». Questo il commento del vicepremier Luigi Di Maio, intervisato da Rtl dopo aver appreso che il presidente francese Emmanuel Macron ha telefonato nella notte al premier italiano Giuseppe Conte. «Possiamo dire che è un primo segnale di disgelo». 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 13 Giugno 2018, 19:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Aquarius, il presidente francese chiama Conte: rientrata la crisi Italia-Francia. Premier conferma il viaggio a Parigi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 69 commenti presenti
2018-06-15 00:29:20
Va ben che i francesi xe grossi e no se podeva vinser, ma almanco star incassai na setimana, diese giorni. Muso-duro-e-bareta-fracada fin che no riva a nave in Spagna... NO, gnanca queo: Gavemo caa' e braghe subito... no ghe xe speransa...
2018-06-14 19:17:42
Pardon, visto che non ho peli sulla lingua, non mi è piaciuto l'intervento italiano in Francia da parte di Mussolini, ora mi piace un po' di più, così mi riprendo una rivincita, alla faccia di una potenza plutocratica, "così è se vi pare"! Pirandello.
2018-06-14 19:02:50
... la genuflessione è l'atto in cui meglio riusciamo.. sarà in quanto intriso della religione del volgi l'altra guancia.. un tempo una simile offesa era da lavarsi col sangue ( duello ) oggidì a tarallucci e vino.. è evidente che l'onore e la dignità non albergano nelle italiche contrade..
2018-06-14 18:12:56
La spavalderia e l’improntitudine di Macron e dei suoi sottoposti del suo partito En Marche sono state oltremodo irritanti e irrispettose nei confronti dell’ITALIA e del POPOLO ITALIANO. Questi Francesi prima ne dicono di tutti i colori nei confronti dell’ITALIA e poi fanno finta di nulla; si vede che Oltralpe sono abituati così... Per fortuna, leggendo i giornali francesi, pare che Macron non sia molto amato persino in Francia. Pur apprezzando il Governo Lega+Cinquestelle, mi chiedo come il nostro Premier, Prof. Conte, si sia accontentato di una semplice telefonata di Macron per chiudere la questione. In sostanza, mi aspettavo molta meno accondiscendenza da parte dell’ITALIA. Dopo le parole inaccettabili dei Francesi nei confronti del nostro Paese, sono proprio curioso di vedere come si saluteranno domani all’Eliseo i due Premier... In ogni caso, stiamo molto attenti ai nostri cuginetti perché, da sempre, sono molto più furbi di noi.
2018-06-14 18:11:06
L'unico "grande" Francese e' stato Napoleone che era Corso, anzi di origini Toscane (Buonaparte). Peccato abbia razziato ogni luogo dove ha messo piede.