Auto comprata ma non arriva mai. E il concessionario "stacca" i telefoni

Auto pagata ma non arriva mai  E il concessionario "stacca" i telefoni
ERACLEA - Numerose persone, residenti in varie parti d’Italia, nelle ultime ore hanno segnalato di essersi rivolti al concessionario T.E. Car di Eraclea per l’acquisto di un'auto, di aver versato in alcuni casi la caparra, in altri la somma totale, e di non aver ricevuto l’auto - di grossa cilindrata - promessa in vendita.

Tali soggetti, inoltre, ci riferiscono, di non essere in grado, ormai da giorni, di contattare il concessionario, le cui utenze telefoniche risultano disattivate. Molti di tali soggetti, allarmati, hanno già denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine.

A dare l'allarme il Movimento Difesa del Cittadino che si è attivato per rintracciare i soggetti responsabili e che, se necessario, denunciare l’accaduto alla competente Procura della Repubblica. Il Movimento invita tutti coloro che hanno versato delle somme al concessionario T.E. Car di Eraclea a rivolgersi alle sedi sul territorio. «Si tratta senz’altro di una vicenda su cui va fatta immediatamente chiarezza», afferma Matteo Moschini della sede veneta del Movimento Difesa del Cittadino, «e in questo senso ci siamo attivati, riservandoci naturalmente, all’esito delle opportune verifiche, di denunciare l’accaduto ad ogni autorità ritenuta competente».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 16 Maggio 2018, 14:56






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Auto comprata ma non arriva mai. E il concessionario "stacca" i telefoni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 40 commenti presenti
2018-05-16 16:18:06
Uno che vende auto di varie marche,cioè un "rivenditore" non è concessionario. La Motorsport era concessionaria ufficiale di un marchio e allora,seppur con tempi lunghi,la casa madre sistemerà i clienti. I clienti di un rivenditore invece si attaccano al tram! Ma ci vuole molto a capire che se compro l'auto dal rivenditore la pago più cara? C'È un passaggio di mano in più e quello lo paga il cliente svegliaaaa
2018-05-16 18:10:53
A me risulta che BMW Italia, in merito al fallimento BMW Motorsport, si sia dichiarata anch'essa parte lesa, in quanto creditrice di importi molto ingenti (voci di corridoio parlano di un paio di milioni). Premesso questo, se l'importatore ufficiale è stato truffato già una volta dalla propria concessionaria, dubito ci rimetta una seconda consegnando le auto ai malcapitati (raddoppiando perciò il danno economico a proprio sfavore). Mi auguro cmq tu abbia ragione e la storia abbia un lieto fine. Ah, dimenticavo, ricordati che i piccoli rivenditori che tanto disprezzi, sono spesso il salvagente delle grosse concessionarie (che per mantenere il marchio, devono sostenere volumi di vendita ingenti). I piccoli rivenditori, infatti, riescono a vendere auto bypassando le regole dell'ufficialità (della serie: non facciamo il finanziamento ma mi porti i soldi un po' alla volta...) e portare a casa un contratto quando il concessionario ufficiale non potrebbe. Ma ovviamente tu sei il classico che vive di invidia e per te son tutti ladri. Ti faccio una domanda: se tutti i commercianti sono ladri...perché allora non si compra direttamente da BMW Italia, ed eliminiamo pure i concessionari ufficiali (così saltiamo un altro passaggio...)?? Il commercio è materia complessa, non certo roba per leoni da tastiera...
2018-05-16 19:40:22
Amazon dovrebbe commerciare anche in BMW.....
2018-05-17 12:55:02
...E quando rimarrai senza lavoro vedrai che potrai fare a meno di Amazon.
2018-05-16 16:14:18
Modello nord-est.Pure io saprei fare l'imprenditore con gli schei così.