Bimba giù dal terrazzo, il papà difende la moglie: «Va protetta»

Bimba giù dal terrazzo, il papà  ​difende la moglie: «Va protetta»

di Denis Barea

MOGLIANO - «Siamo tutti stretti intorno a lei in un momento così tremendo». I familiari della mamma che ha ammesso di aver gettato dal terrazzino la figlia di neppure tre anni fanno quadrato intorno alla donna, da tempo alle prese con un problema psichiatrico. È una risposta di unità, di forza, di coraggio e di volontà ad andare avanti e superare le difficoltà. È il messaggio che arriva dal marito, dal fratello, dal suocero e dal padre che ieri, su richiesta dei difensori, è comparso in aula durante l'udienza di convalida dell'arresto.  «Lei - ha detto il marito - ora ha bisogno di essere protetta, tutelata e aiutata. Tutta la nostra famiglia ha bisogno di essere aiutata». Il primo pensiero va alla piccola, ricoverata in pediatria all'ospedale di Treviso. Fortunatamente sta bene, quel volo di sei metri è finito sul tappeto erboso del giardino condominiale del residence di Zerman dove vive con i genitori, attutendo un colpo che avrebbe potuto essere altrimenti tremendo e letale.

LEGGI ANCHE «Ho spinto la bimba giù dal terrazzo: una voce mi ha detto di farlo»

I padri e il fratello di lei hanno raccontato agli avvocati Zanin e Zampieron del malessere della 40enne - ora agli arresti domiciliari - iniziato diversi mesi fa, delle difficoltà ma anche della forza con cui tutta la famiglia è scesa in campo per sconfiggere quel nemico subdolo e insidioso che, pur non ancora battuto, sembrava almeno in parte domato. Ora sono determinati a capire come sia stato possibile un tale aggravamento delle condizioni della donna, persona di di buona cultura, laureata, che in passato era riuscita però a trovare solo occupazioni saltuarie...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 16 Maggio 2018, 10:03






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bimba giù dal terrazzo, il papà difende la moglie: «Va protetta»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-05-16 15:32:32
Non le auguro di provare una situazione del genere con un ammalato psichico in casa magari un figlio ecc. Penserebbe cmq. di risolvere la situazione chiudendo il tuo caro in manicomio?
2018-05-16 21:27:22
I cittadini vanno tutelati, anche da quelle persone che sono malate di mente…, e da quando hanno chiuso i manicomi più di 40 anni fa, ci sono state innumerevoli tragedie, e non solo familiari!
2018-05-16 13:22:09
Gli psicofarmaci fanno male ma in certi casi aiutano tanto a superare le fasi critiche! Condivido il pensiero del marito: bisogna aiutare questa donna.
2018-05-16 12:59:45
Gli psicofarmaci fanno male e provocano gravi effetti collaterali. Una terapia sicuramente potrebbe aiutare la signora, ma ci vorrà molto tempo prima che si possano riscontrare i primi risultati .
2018-05-16 11:30:42
Finché il sistema sanitario non comincerà a seguire i problemi psichiatrici con supporto e dialogo quotidiano, queste situazioni saranno sempre più frequenti. Finché i farmaci psicotropi saranno considerate medicine ideali, invece che droghe che deformano la realtà e inebetiscono le persone, continueremo ad avere un mondo pieno di zombie e persone imprevedibili, che secondo la farmaceutica possono tranquillamente continuare la loro vita. Come se la chimica non li stesse destrutturando, giusto per non fargli pensare ai propri problemi....