Accoltella il consigliere comunale, Ciotti tace davanti agli inquirenti

Accoltella il consigliere comunale, Ciotti tace davanti agli inquirenti

di Paola Treppo

CIVIDALE - Resta in carcere con l'accusa di tentato omicidio aggravato da futili motivi Giancarlo Ciotti, il 57enne di Dolegna del Collio che nel primo pomeriggio di sabato ha aggredito il cognato che vive a Gagliano di Cividale del Friuli e quindi ha accoltellato un consigliere comunale di Dolegna, Loris Laurencig, 45 anni, che vive a poche decine di metri da casa sua.
 
 


Ciotti ha detto solo di aver gettato nei campi il coltello usato per ferire il consigliere comunale, lama che non è stata ancora trovata. I miliari dell'Arma, che indagano sul caso coordinati dalla Procura di Gorizia, attendono che Laurencig si riprenda per poterlo ascoltare e riuscire quindi a ricostruire l'aggressione. Il 57enne si sarebbe avvicinato alla sua automobile, una Peugeot 206, che il consigliere aveva appena posteggiato a bordo strada, vicino all'ingresso della sua casa, e, dopo averlo minacciato, lo avrebbe accoltellato mentre era accanto alla portiera sinistra. Sull'asfalto, infatti, sono rimaste tracce di sangue che l'uomo ha perso dopo essere stato ferito...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 16 Aprile 2018, 10:29






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Accoltella il consigliere comunale, Ciotti tace davanti agli inquirenti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti