Cento giorni di malattia all'anno, sorpreso a lavorare in pizzeria

Un agente della polizia penitenziaria

di Marco Aldighieri

PADOVA - Doveva essere in carcere a sorvegliare i detenuti, invece era a lavorare nella pizzeria con la moglie all’Arcella. Un agente della penitenziaria di 40 anni è finito iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di truffa e false attestazioni. In un anno, secondo gli inquirenti, ha fatto almeno un centinaio di assenze dal lavoro per malattia.
A “pizzicare” il poliziotto penitenziario è stata la direzione della casa circondariale Due Palazzi. L’amministrazione del carcere, a seguito di una serie di controlli su tutto il personale in servizio, si è imbattuta sull’agente 40enne “campione” di assenze per malattia. Così è scattata la segnalazione alla Procura e sono partite le indagini coordinate dal sostituto procuratore Sergio Dini, da anni già attivo sul fronte della casa di reclusione con lo scandalo dei telefoni cellulari e della droga introdotti all’interno del carcere da alcuni agenti penitenziari in favore dei detenuti.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Marzo 2018, 06:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cento giorni di malattia all'anno, sorpreso a lavorare in pizzeria
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 59 commenti presenti
2018-03-13 22:54:43
Classico dipendente statale.
2018-03-14 11:24:24
.....del sud.
2018-03-13 19:57:59
Cose il primo statale che si comporta così? I statali devono essere licenziati come tutti senza nessuna scusa.
2018-03-13 19:25:30
Ma scusate ve la prendete con l' agente penitenziario. Ma vi siete chiesti quanti detenuti ci sono fuori con pendenze penali gravi e lo Stato con le loro leggi li favoreggia a delinquere?
2018-03-13 21:29:13
ci sei o ci fai ? Punto 1) quando vinci un concorso statale o diventi statale accetti un contratto di esclusività. Punto 2) la deroga di collaborazioni professionali esterne con ritenuta d'acconto P.IVA deve essere espressamente approvata dall'ente statale. Punto 3) molta gente si lamenta giustamente di elevata disoccupazione poichè ci sono "intoccabili furbi" che fanno N lavori, dei quali solo il principale è in chiaro.