Casapound gira uno spot elettorale al Sacrario di Redipuglia

PER APPROFONDIRE: casapound, redipuglia, spot
Simone Di Stefano
REDIPUGLIA  - CasaPound ha scelto un simbolo della Grande Guerra per la propria campagna elettorale: oggi sul profilo Facebook del movimento è stato postato uno spot in cui il candidato premier, Simone Di Stefano, cammina con passo sicuro sul Sacrario di Redipuglia, dove sono custodite le spoglie di circa 100 mila soldati caduti nella prima Guerra mondiale.

Le immagini, della durata di poco più di un minuto e girate all'alba, vengono definite sullo stesso profilo Fb «video ufficiale di CasaPound per le elezioni del 4 marzo». Mentre Di Stefano sale lungo i gradini e le tombe del Sacrario, una voce racconta che «l'Italia è una grande nazione, costruita in 3 mila anni di storia e civiltà». Per aggiungere che, «nei momenti difficili, noi italiani abbiamo saputo unirci e combattere per difendere i nostri confini e quanto fatto dalle generazioni precedenti. Dobbiamo tornare a essere una nazione libera e forte». Quando Di Stefano arriva in cima al monumento, la voce conclude: «Oggi l'Italia è in pericolo, tocca a te difenderla. Questa volta vota più forte che puoi».

Il luogo sacro alla Patria è peraltro lo stesso dove il rapper Justin Owusu girò alcune scene del video della sua canzone "Chi sbaglia impara", alimentando numerose polemiche, rimediando accuse di "villipendio alla nazione" e una denuncia da parte del ministero della Difesa. A pochi mesi di distanza altra iniziativa che non mancherà di scatenare polemiche.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 22 Febbraio 2018, 13:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Casapound gira uno spot elettorale al Sacrario di Redipuglia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2018-02-22 19:34:48
Lo spot esalta ed onora la gloria dei Caduti per la Patria! Niente di vergognoso quindi, anche se alcuni vorrebbero strumentalizzare negativamente la cosa paragonando questo spot con un video girato recentemente sullo stesso sacrario, dove un giovane extracomunitario cantava e reppava, oltraggiando si in questo caso la memoria dei caduti! Vorrei sottolineare che questi caduti, sono morti per non far entrare lo straniero in Patria! Lo stesso straniero che oggi i nostri eserciti vanno a prendere con le navi sulle coste libiche. Penso che questi caduti si sentano presi in giro dalla nostra politica. Questo si, li oltraggia!!
2018-02-22 19:06:00
Merita di vederlo..e sopratutto di ascoltare le parole di Simone Di Stefano. COERENZA E COMPETENZA. FUORI SUBITO DALL'UNIONE EUROPEA.
2018-02-22 20:30:45
State sicuri che i "Nuovi capi dalle facce serene e cravatte intonate alle camice" non sarebbero stati sepolti a Redipuglia . Appena sentivano odore di responsabilita' e pericolo sarebbero espatriati come Roberto Fiore .
2018-02-23 09:50:56
L’oltraggio del rapper afro al Sacrario di Redipuglia invece non ha sollevato l'indignazione del politicante Bolzonello vero? In quel caso il luogo non era abbastanza sacro?
2018-02-23 09:00:43
forse muovere il cul***e (ballare)facendo finta di cantare sulle tombe è un tantinello diverso che girare un filmato richiamando con rispetto proprio gli ideali per cui quei Valorosi Soldati sono caduti...ma solo un "tantinello" eh