Prostituzione, sigilli al centro massaggi cinese: ottantenni tra i clienti

PER APPROFONDIRE: massaggi, prostituzione
Prostituzione, sigilli al centro massaggi cinese: ottantenni tra i clienti
VERONA - Un cinese di 47 anni è stato denunciato a piede libero dalla squadra mobile della Questura di Verona con l'accusa di sfruttamento della prostituzione. L'uomo gestiva un centro massaggi al quale i poliziotti, su disposizione della Procura della Repubblica, hanno posto i sigilli. Tra i clienti uomini dai 40 agli 80 anni. Le indagini sono durate due mesi, il centro è stato smascherato attraverso gli annunci che venivano messi su internet. Al momento del blitz c'erano cinque ragazze (4 cinesi e una nordafricana) che hanno dichiarato di guadagnare 700 euro al mese per praticare «prestazioni hot». Il proprietario, non residente in Veneto, passava ogni dieci giorni per ritirare l'incasso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Febbraio 2018, 16:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Prostituzione, sigilli al centro massaggi cinese: ottantenni tra i clienti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-02-15 14:27:15
ma legalizzatela una buona volta al posto di intasare processi per queste cose. Che si organizzino con medico , sicurezza e tutto e la finiamo li'. la repression non ha mai arginato il fenomeno e al posto di verla prtaicare per le strade preferisco una cosa controllata e sicura
2018-02-14 07:26:47
prestazioni hot a quell'eta'??'piuttosto tiepidine..o chimico assistite.Comunque si insinuano in tutte le attivita' in cui c'e'uno spiraglio di clientela. Se hai un'officina meccancica avviata , ti compri le chiavi in acciaio al cromo italiane, se ti serve una brugola per una volta soltanto , vai al magazzinone cinese .
2018-02-13 22:18:56
Anche ottantenni con la penna stilografica...se no vegno te scrivo!
2018-02-13 20:23:17
basta con i moralismi, bisogna riaprire le case chiuse alla faccia dei bigotti bacia banchi. Almeno c'è sicurezza e pagano le tasse
2018-02-14 13:31:09
La gestione delle case chiuse, in sicurezza, costa. Ci sara' sempre chi lo fara' per meno, esentasse in nero, e senza tante complicazioni. Senza contare che non e' piu' come 70 anni fa, oggi frequentare le prostitute e' considerato socialmente riprovevole, pochi entrerebbero a testa alta in un locale ufficialmente adibito e ne uscirebbero sventolando la loro ricevuta fiscale, magari detraibile