Malattia fulminea stronca a 14 anni Alessio, promessa del ciclismo

PER APPROFONDIRE: alessio bertoldo, ciclismo, morto
Alessio Bertoldo

di Francesco Coppola

NOALE - Ucciso da una malattia fulminea che non gli ha lasciato scampo. Nella serata di sabato è venuto a mancare Alessio Bertoldo, 14 anni, giovanissimo corridore ciclista della categoria Esordienti. Tra poche settimane si sarebbe cimentato tra gli Allievi. Era considerato una speranza del ciclismo. La morte di Alessio è avvenuta in ospedale a Padova, dove era ricoverato da alcune settimane, mentre i primi sintomi del male si erano manifestati un anno fa. A ricordarlo con commozione i dirigenti del team di Maerne e Olmo, precisando che si era sempre distinto non solo per l'impegno sportivo ma anche per la serietà e la gentilezza nei confronti di compagni e avversari. La sua scomparsa ha provocato grande dolore tra i giovani atleti con cui si allenava. I primi segnali del suo malessere si erano manifestati alla fine di gennaio del 2017. Alessio ultimamente era costretto a seguire le lezioni scolastiche dall'ospedale, abitava con la mamma Manola, il papà Andrea e una sorella più piccola a Noale in via San Giovanni Bosco. I funerali sono previsti per domani alle 16, a Noale, nella chiesa arcipretale dei santi Felice e Fortunato...

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Febbraio 2018, 09:01






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Malattia fulminea stronca a 14 anni Alessio, promessa del ciclismo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-02-13 09:27:08
sfreccia fra le nuvole con la tua bici piccolo Angelo e mi auguro che il tuo male non sia per nulla collegato alla tua attività visto quello che si è visto ultimamente nel mondo del ciclismo certi personaggi che ingannano e sfregiano i corpi dei giovani atleti per i loro illeciti guadagni. condoglianze alla famiglia
2018-02-13 18:42:27
... meglio non commentare.. non c'è nulla da dire..
2018-02-13 13:16:03
non oso nemmeno pensarlo, sarebbe di una gravità inaudita.
2018-02-13 11:58:11
Il ragazzino va considerato come vita ancora da divenire, gioia di parenti e amici, altri punti di vista sono soltanto dettagli insignificanti.
2018-02-13 13:18:05
lasciamo stare gli angeli che non c'entrano per niente