Allestimenti per fiere, ma dentro il tir c'erano 15milioni di coca della camorra

PER APPROFONDIRE: camorra, cocaina, droga, limena, tir
Materiali per fiere, ma nel tir c'erano  15milioni di cocaina della camorra
LIMENA - Maxi sequestro di cocaina in Veneto da parte della Guardia di Finanza di Napoli che ha intercettato a Limena (Padova) un autocarro proveniente dalla Germania a bordo del quale erano stati nascosti, in un doppio fondo, oltre 73 chilogrammi di droga. La cocaina, destinata alle piazze di spaccio di tutta la Campania, immessa sul mercato, secondo le fiamme gialle, avrebbe fruttato alla camorra circa 15 milioni di euro. Il Nucleo di polizia economico-finanziaria ha trovato stivati nel mezzo ben 65 panetti di sostanza stupefacente in 5 borsoni.

L'autocarro trasportava, solo formalmente, materiale di allestimento per eventi fieristici. A destare i sospetti dei finanzieri sono state le incongruenze emerse dall'analisi della documentazione, in particolare relative all'itinerario. L'autocarro, intestato a una società slovacca era a disposizione di un uomo di origini venete che è stato arrestato per traffico internazionale di stupefacenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 12 Febbraio 2018, 21:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Allestimenti per fiere, ma dentro il tir c'erano 15milioni di coca della camorra
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 31 commenti presenti
2018-02-13 23:02:33
Claudio Pros, perché lei fa riferimento solo alla fonte letteraria nel suo tentativo di spiegare la storia? Quello che ha scritto in merito alla “favolistica-mitografia omerica” è roba vecchia di secoli e risaputa da secoli. Ma adesso siamo nel XXI secolo e ne è passata di acqua sotto i ponti, per fortuna, tant’è che gli studiosi e i ricercatori di tutta Europa sono andati un po’ più in là dei noti poemi epici. Semmai non lo sapesse le faccio presente che si lavora su più fronti, ovvero su fonti letterarie, fonti storiografiche, fonti e reperti archeologici, ricerche linguistiche, antropologiche e anche archeogenetiche. E dal confronto di tutti questi dati e indizi vengono elaborate varie ipotesi, ma nessuno dichiara di avere la verità in mano come fa lei, in barba ai più elementari principi del metodo scientifico. Come fa a dire che i Romani presero a prestito il suffisso “venet” quando gli stessi Veneti dell’Alto Adriatico si autodenominavano, per iscritto, col nome di “Veneti”? Sta dicendo che gli storici Greci e Romani hanno deliberatamente falsificato la storia? Può provarlo?
2018-02-13 16:27:25
Una bella soffiata e il gioco e' fatto. Per fortuna questa volta ci hanno evitato la solita melensa storiella che il guidatore si e' dimostrato nervoso e teneva gli occhi fissi a terra.
2018-02-13 15:44:54
Sig. Voltigene, lei può fare tutte le "damatio memoriae" che crede, ma i fatti sono lì, documentati correttamente. Lei non riuscirà a dimostrare il contrario, neppure se si arrampica agli specchi: una delle 20 Regioni italiane che vennero istituite nel 1970, dall'accordo DC-PCI, venne denominata "Veneto". La scelta del nome non avvenne tramite alcuna consultazione popolare, ma imposta dalle segreterie romane dei partiti suddetti. Prima di allora, dall'inizio del processo unitario del Paese in poi, la regione (comprendente l'attuale Friuli), si chiamava VENEZIA EUGANEA. Come vede, repetita juvant, i dati che le ho squadernato sono difficilmente confutabili, perché non sono il prodotto della mia invenzione od opinione, ma reali. Prego, adesso tocca lei ad argomentare diversamente, se le riesce. Per mancanza di tempo non mi è stato possibile postare su questioni importanti, quali la differenza tra lingua e dialetto, le favole mitologiche del nome “Veneto” nel complesso mondo ellenico-romano, gli autori mitografici, la fonte omerica, l’Eugania e la sua storia, i Reti, gli Stoni, i reperti dell’Etruschia orientale, i tracciati verbali, le bufale, ecc. ecc. Avrò modo, a breve di postare su ogni punto, dato il grande interesse che lei ne ripone. La saluto cordialmente
2018-02-13 16:21:38
Claudio Pros, lei tira in ballo il termine "Venezia Euganea" senza spiegare: 1) chi lo ha inventato; 2) quando è stato inventato; 3) perché è stato inventato. Non vorrà mica costringermi ad argomentare sul nulla spero… Perché finora lei si è limitato a "squadernare" una parola senza definirla e decontestualizzandola da tutto il resto. Guarda caso anche io, tempo permettendo, mi diletto nel smontare le bufale, quindi La saluto cordialmente e attendo Sue nuove.
2018-02-13 16:31:29
E come mai al liceo classico a Padova m'insegnavano che il nome della notra regione in epoca romana era Regio decima Venethia? Si sono inventati tutto questi bricconi di professori padovani?